Fondazione e Terra
Libri e Fumetti

Reviw Party: Fondazione Anno Zero – Il ciclo completo di Isaac Asimov

Buon pomeriggio lettori, nell’articolo precedente abbiamo parlato di Preludio alla Fondazione, primo libro del ciclo completo. Oggi invece parliamo di Fondazione Anno Zero.

Vi ricordo nuovamente la linea guida per leggere i libri di Asimov:

  • Preludio alla Fondazione (1988), Qui la recensione.
  • Fondazione: Anno Zero (1993)
  • Cronache della Galassia (1951)
  • Il Crollo della Galassia Centrale (1952)
  • L’Altra faccia della Spirale (1953)
  • L’Orlo della Fondazione (1982)
  • Fondazione e Terra (1986)

Recensione Fondazione Anno Zero

«In questa avventura straordinaria vengono rivelate per la prima volta la nascita delle fondazioni e le battaglie di Hari Seldon a partire dal leggendario inizio. Quando la galassia era giovane e la terra non era ancora un pianeta occulto».

Hari Seldon, è un uomo quarantenne, è diventato il Preside della Facoltà di Matematica all’Università di Streeling, che comprende uno dei Settori del pianeta Trantor, capitale dell’Impero Galattico. Nel frattempo, Hari si è sposato con Dors Venabili, la donna che è stata al suo fianco e lo ha protetto e hanno adottato il ragazzino portato via dai bassifondi di Dahl, chiamati Billibotton.

Viene aiutato nell’approfondimento dello studio della Psicostoria, da Yugo Amaryl, il famoso Cistemirsta di Dahl conosciuto anch’egli otto anni prima durante la fuga tra i vari settori di Trantor. Grazie a Seldon, egli non si trova più a Dahl ma ormai frequenta il mondo universitario, grazie alle sue sorprendenti doti di apprendimento.

“Benchè Isaac Asimov sia stato un notevole divulgatore scientifico, non si può dimenticare che uno dei cicli più affascinanti della fantascienza antica, il ciclo delle fondazioni, sia nato dalla sua penna.

Grazie alla sua opera, può essere di diritto annoverato tra i primi e più diretti ispiratori di Hari Seldon, il padre fondatore della psicostoria, la scienza del comportamento umano ridotto ad equazioni matematiche” Enciclopedia Galattica

Fondazione anno zero

I due si rincontrano con le figure portanti come quella dell’imperatore dell’Imperatore Cleon I e del suo Primo Ministro, Eto Demerzel, la cui natura è nota solo ad Hari e Dors: egli non è altro che R. Daneel Olivaw, un robot umanoide (o androide) dell’età di 20.000 anni.

La storia si basa principalmente su Trantor, dove tratta il contesto storico che vede l’Impero Galattico affrontare un periodo di decadenza, ormai evidente. La scelta di proseguire gli studi approfonditi e legati alla Psicostoria su Trantor è stata optata per oltre i 40 miliardi di persone che ci vivono ed è diviso in diversi settori con precise caratteristiche differenti tra di loro, in modo da fornire diversi campioni del genere umano.

Da questo punto la matrice degli avvenimenti ruota tutto a torno ad Hari e al suo sviluppare i suoi studi, evitando che qualcuno possa interferire nei suoi piani, dovrà egualmente scontrarsi con diverse persone sino ad arrivare allo sviluppo completo della Psicostoria.

Inoltre, grazie anche alle idee di YugoHari comprende una idea interessante, introdurre delle figure “speciali” nel suo piano, poiché da sola la Prima Fondazione non sarebbe suffieciente a gestire la caduta dell’intero Impero.

Vi consiglio di leggere Fondazione Anno Zero alla fine dell’intero ciclo.

Come nel precedente la prosa è scorrevole e semplice dal ritmo è così fluido da divorarne sino ad arrivare all’ultima pagina del romanzo.

Appuntamento fisso per la nuova lettura l’8 luglio!

Avete letto Fondazione Anno Zero? Cosa ne pensate?

La copia digitale mi è stata omaggiata dalla casa editrice.

Fondazione Anno Zero

Sono Zeldaゼルダ,classe 1999, studentessa di Lingue e Culture Moderne. Amante di fumetti, manga, graphic novel. Gioco ad un po' di tutto, ma tendo a prediligere titoli retro e horror, psicologici e indie. I due titoli del cuore sono The Legend of Zelda e FFVII. Dal 2016 mi occupo di Appunti di Zelda uno spazio nerd dal punto di vista di una ragazza.