Libri e Fumetti

Recensione Reverie di Golo Zhao

«Le note vibrano, si rincorrono libere come un filo sospeso, meraviglioso, quasi un acchiappafarfalle, con la lucentezza di una perla brillante.No, non come un acchiappafarfalle…Ci vuole qualcosa dallo spirito più romantico, più astratto […] ce le rughe del mare, come girandole di un vortice.Una lucentezza astrale, quel tipo di luce che fanno le stelle, che tocca ogni piccola parte di te.»

Cenni a Claude Debussy

È con queste parole che Golo Zhao descrive, i suoi personaggi, sulle note intitolata Reverie (da cui deriva il titolo della graphic novel) creata da Claude Debussy.

La storia di Reverie

Reverie narra la storia di due giovani e timidi ragazzi Z-Jun e Dominique, si cimentano in diverse storie, che al primo impatto e una prima lettura, sembrerebbero scollegate tra loro, senza un filo logico.

La narrazione si cimenta su l’ultimo giorno a Parigi di Z-Jun, il protagonista Z-Jun, giovane scrittore cinese,

Reverie

trascorre nella capitale francese.

Ha appuntamento con la sua amica Dominique,

ragazza di origini cinesi cresciuta in Francia e studentessa di lingua e cultura cinese, per la quale nutre un sentimento.

All’interno della storia a sua volta di varie storie che porta al lettore a confondersi tra realtà e immaginazione.

Nella storia non si trovano disegnati i classici monumenti o i luoghi della metropolitana parigina, ma vengono valorizzate le piccole vie di Parigi come le entrate di metropolitane, fermate dell’autobus o classici bar con sfondo della Torre Eiffel.

Il tratto del disegno

La scelta del color seppia rende il tutto delicato e sublime.

La bicromia da quel senso di ambientazione romantiche e fantastiche con quel tocco malinconico.

Di “contro” una narrazione che sembrerebbe confusa:

i personaggi risultano con due nomi differenti, altri simili e somiglianti tra loro, l’ordine delle nuvolette dei dialoghi è in fase di cambiamento continuo.

Reverie fa parte della collana di fumetti cinesi della Bao Publishing, viene identificata dal simbolo che significa “tesoro”.

Per apprezzare al meglio la storia consiglio di leggerla tre volte.

Ogni lettura avrete modo di scoprire un dettaglio diverso e un collegamento alla storia.


Se sei un amante della lettura non perderti le altre recensioni nella categoria “Letteratura”

Sono Zeldaゼルダ,classe 1999, studentessa di Lingue e Culture Moderne. Amante di fumetti, manga, graphic novel. Gioco ad un po' di tutto, ma tendo a prediligere titoli retro e horror, psicologici e indie. I due titoli del cuore sono The Legend of Zelda e FFVII. Dal 2016 mi occupo di Appunti di Zelda uno spazio nerd dal punto di vista di una ragazza.