Libri e interviste

Recensione: L’orrore a Red Hook di Alessandro Manzetti e Stefano Cardoselli

Miei cari amici Lovecraftiani, vi parlo della graphic novel de L’Orrore a Red Hook. Ho scoperto da poco una casa editrice indipendente chiamata Indipendent Legions. Questa casa editrice specializzata in narrativa horror, dark, weird e pulp dei grandi maestri internazionali, fondata dal due volte Premio Bram Stoker Award Alessandro Manzetti, e vincitrice del premio internazionale Specialty Press Award della Horror Writers Association.

La Independent Legions mi ha gentilmente mandato L’orrore a Red Hook di Alessandro Manzetti e Stefano Cardoselli, fa parte della nuova collana High Voltage dove nasce la Lovecraft Experience, attraverso la quale potrete godervi alcune rivisitazioni dei racconti più belli e interessanti dell’autore.

L’orrore a Red Hook di Alessandro Manzetti e Stefano Cardoselli

  • Titolo: L’orrore a Red Hook
  • Autore: Alessandro Manzetti, Stefano Cardoselli
  • Collana: High Voltage
  • Serie: Lovecraft Experience
  • Genere: Horror
  • Editore: Independent Legions
  • Pagina: 88
  • Prezzo: € 12,50
  • Link di acquisto: Qui

Graphic Novel sceneggiata da Alessandro Manzetti e illustrata da Stefano Cardoselli, ispirata al racconto ‘L’Orrore a Red Hook’ di H. P. Lovecraft. Edizione Collection a tiratura limitata (349 copie) e numerata, copertina flessibile con bandelle, formato 17×24, interni in bianco e nero, 66 tavole, 85 pagine. Collana: High Voltage. Serie ‘Lovecraft Experience’ Albo nr. 2

Illustrazione di copertina e di quarta di Stefano Cardoselli, Luglio 2020.

Recensione L’orrore a Red Hook

Nella cittadina di Red Hook stanno succedendo delle cose molto strane. Una squadra di polizia viene chiamata per intervenire a causa di schiamazzi e grida demoniache che provengono dalla chiesa dove Robert Suydiam, un’anziano sacerdote, sembrerebbe compiere qualche rito misterioso. Un rito strano che risveglia delle creature strane dove si conclude con una carneficina, come le classiche scene dei film horror.

L’orrore a Red Hook viene scritta e curata dalla sceneggiatura di Alessandro Manzetti che da all’opera un stampo decisamente splatterpunk. Dimenticate le buone maniere e le regole e soprattutto i classici concetti di una storia horror, perché qui abbiamo una storia dove l’orrore e il grottesco, mescolato con tanta violenza e sangue che fa da padrona per tutte le pagine di questa storia.

In L’Orrore a Red Hook abbiamo dialoghi essenziali di stampo taglienti e molto forti con un linguaggio particolare accompagnate da scene cruenti, pieni di spari e tensioni con la conclusione di un vero e proprio massacro.

“Gorgo, Morso, luna dalle mille face, fammi nuotare nel grande mare del tuo ventre! Gorgo,Morso, luna dalla mille facce, so che mi ascolti, tutto questo è per te!”

Recensione: L'Orrore a Red Hook, un vortice di narrazione ansiogeno  lovecraftiano

A completare l’armonia di questa storia vi sono i meravigliosi e semplici disegni di Stefano Cardoselli. Il suo stile unico ma allo stesso tempo inquietante ci accompagnano in queste bellissime tavole che ci accompagnano durante la lettura di questa storia. I tratti sono semplici e lineari, offrono pochi dettagli ma proprio per questo rendono la storia unica, portando il lettore a immedesimarsi nella storia che, oltre ad ammirare ogni pagina per il meraviglioso lavoro, può perdersi in questo incubo macabro e inquietante.

I disegni sono meravigliosi, coinvolgono personaggi inquietanti e singolari con scene di sparatorie dove volano e si staccano teste, emergono demoni malvagi con tentacoli e cerimonie bizzarre che ti portano alla conclusione della storia con un amaro in bocca rimenando basiti da quello che hai letto.


Un ringraziamento speciale a Independent Legions per avermi omaggiata della copia digitale.

Heinz Beck diceva che la cucina non è mangiare. È molto, molto di più. Cucina è poesia. Per me la cucina è ben oltre le apparenze, è un gesto d'amore e così nascono le mie ricette insieme a tutte le foto correlate. Sono Zelda e dal 2013 gestisco il blog chiamato Appunti di Zelda. Scrivo di ricette, libri e di viaggi con occhio principalmente legato ai piatti e tipici locali di ogni luogo che visito. Sono anche un'amante della birra e bevo troppi caffè e infusi, oltre a curiosare tra scatti e studiare diverse tipologie di cucine.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.