Libri e Fumetti,  Letteratura orientale

Recensione: La storia della principessa splendente

Il racconto della principessa spedente o meglio conosciuto con il titolo “Storia di un tagliabambù” , è un racconto popolare giapponese ed considerato il più antico esempio di narrativa nel Paese scritto in lingua giapponese.

La storia di un tagliabambù

Un tagliatore di bambù di nome Sanuki no Miyatsuko durante il suo lavoro trova una canna di bambù splendente con all’interno una piccola bambina a seguire l’alleveranno come loro figlia.

Ogni giorno il vecchio esegue il suo lavoro di tagliare bambù, quando un giorno scopre che le stesse canne sono colme di oro rendendolo in poco tempo ricco e influente.

Intanto quella bambina cresce velocemente diventando una donna bellissima. La voce si sparge per tutto il paese e cinque principi si presentano alla loro porta, chiedendo alla “principessa splendente” di scegliere uno di loro.

Kaguya escogita per loro cinque prove impossibili; il primo dovrà portarle in dono la sacra ciotola del Buddha, la principessa splendente il secondo un ramo del leggendario albero dal tronco d’oro e foglie d’argento, il terzo la pelle di un topo di fuoco dalla Cina, il quarto il gioiello dai molti colori posto sul capo di un drago, e infine il quinto la preziosa conchiglia nascosta nella pancia di una rondine.

Tutti e cinque i pretendenti non riescono a superare la prova e si arrendono senza insistere.

Avendo sentito parlare della straordinaria bellezza della fanciulla, lo stesso imperatore del Giappone va a visitarla e se ne innamora; tuttavia Kaguya-hime rifiuta anche le sue proposte, e rifiuta di recarsi a palazzo con lui.

Parere personale

L’opera è elegante e ricco di etimologia nipponica con frasi che ritroviamo nei nostri modi di pensare e di fare.

I personaggi sono in contrapposizione tra loro: la principessa, una fanciulla immortale, fatato e surreale; gli esseri umani quali i genitori, l’imperatore e i pretendenti.. dimostrano le classiche doti terresti come l’egoismo, materialismo e la cupidigia.

E’ un’opera davvero semplice, affascinante e particolare e apprezzo e consiglio di scoprire questa fiaba nei suoi dettagli e nelle sue origini.

Sono Zeldaゼルダ,classe 1999, studentessa di Lingue e Culture Moderne. Amante di fumetti, manga, graphic novel. Gioco ad un po' di tutto, ma tendo a prediligere titoli retro e horror, psicologici e indie. I due titoli del cuore sono The Legend of Zelda e FFVII. Dal 2016 mi occupo di Appunti di Zelda uno spazio nerd dal punto di vista di una ragazza.