Videogiochi

Hack Grid – Un puzzle game carino e semplice #16

Buon martedì, oggi parliamo di Hack Grid un puzzle game realizzato da Daisy Games che emula i giochi nello stile MS-DOS, il famoso sistema operativo di Microsoft del 1981, ormai oggi non in produzione. In compagnia dallo stile Sound Blaster 16 con effetto CRT. Scopriamo insieme di cosa si tratta.

Hack Grid

Vestire nei panni di un Hacker per tentare di accedere a qualsiasi sistema operativo

Hack Grid contiene 90 livelli (30 dei quali sono stati aggiunti dopo il rilascio) per eliminare una serie di blocchi per ottenere un solo blocco sulla griglia. Ti basterà spostare i pezzi versi in due modi: abbinarli l’uno dall’altro e che abbiano lo stesso colore (rosa e blu). E’ un gioco in cui bisogna restare concentrati altrimenti restate bloccati. Tra un livello e l’altro potete saltarne se si rimane indietro, ma a patto che risolvete uno successivo.

La sessione e i livelli diventeranno sempre complessi, ma con un minimo di attenzione potreste risolverli senza difficoltà. Avrete modo di trovare diversi tipi di blocchi, che danno l’opportunità di essere distrutti con entrambi i colori o di muoverne altri.

Hack Gri da uno stile artistico e musicale semplice ma orecchiabile

Abbiamo già detto che lo stile è decisamente semplice da la possibilità di provare la sessione nella modalità daltonica che aggiunge indicatori utili per la visione dei dei colori. Puoi aggiungere anche l’esperienza CRT che da quel tocco vintage in più e se non conosci questa modalità sarà una perla recuperarla.

La colonna sonora di Hack Grid emula l’iconico audio della Sound Blaster 16 che tutti i giocatori DOS conoscono e amano, per me che è stata la prima esperienza è stata super apprezzata. Sono state composte da Martin Firbacher

In conclusione Hack Grid è un puzzle game carina, non abbiamo una storia ma è un ottimo modo per mettere in gioco la nostra concentrazione. Spero che questa mia impressione possa darti un’idea del gioco. Hack Grid puoi trovarlo su Steam al prezzo di 3.99€.

Se ti fa piacere continua a seguirmi su Pocket Girl Reviews.

Copia digitale gratuita del gioco fornitaci dallo sviluppatore a scopo di recensione

Heinz Beck diceva che la cucina non è mangiare. È molto, molto di più. Cucina è poesia. Per me la cucina è ben oltre le apparenze, è un gesto d'amore e così nascono le mie ricette insieme a tutte le foto correlate. Sono Zelda e dal 2013 gestisco il blog chiamato Appunti di Zelda. Scrivo di ricette, libri e di viaggi con occhio principalmente legato ai piatti e tipici locali di ogni luogo che visito. Sono anche un'amante della birra e bevo troppi caffè e infusi, oltre a curiosare tra scatti e studiare diverse tipologie di cucine.