Primordia
Pop Culture

Blogtour: La magia in Primordia

Buongiorno lettori, qualche giorno fa in questa tappa vi ho presentato il Blogtour di Primordia di J. A. Windgale, un nuovissimo romanzo fantasy made in Italy. Oggi scopriamo la magia in Primordia, pronti?

primordia

La magia in Primordia

If this be magic, let it be an art diceva Shakespeare… ciò che rende interessante e avvincente nei racconti fantasy è la presenza di personaggi (o entità) dotate di poteri straordinari: capaci, se usati nelle giuste dosi, si ha la possibilità di decidere le sorti di un conflitto o di modificare o alterare le leggi della realtà.

In Primordia sin dal primissimo conosciamo le due classi di magia:

C’è una differenza sostanziale tra maghi e stregoni. I primi sono specializzati nella magia difensiva e curativa, traggono forza dalle energie elementali e rispettano ogni forma di vita. Gli stregoni usano la magia del sangue, uccidono, torturano e compiono sacrifici. Come luce e buio, sono nemici naturali.

“Magia produce, o finge di produrre, un’alterazione del mondo primario[…]; aspira al potere in questo mondo, al dominio di cose e volontà”, J. R. R. Tolkien, Sulle Fiabe, in Albero e Foglia, Rusconi.

Chi è mago l’unico scopo è quello della conoscenza e dell’origine di tutto, che sia il caos primordiale, un antico ordine perduto o la verità universale; Il mago è prima di tutto uno studioso e la magia è come una conoscenza pari alla scienza. Chi pratica magia è un individuo egocentrico e non si cura delle conseguenze dell’uso delle pratiche magiche.

La magia, in quanto manipolazione energetica, si avvale di due elementi comuni: la creazione di pozioni (veleni, antidoti, elisir d’amore, sieri della verità o dell’invisibilità o l’invulnerabilità) e la capacità di creare portali magici temporanei o permanenti, generalmente usati per spostare uno o più individui dal un luogo all’atro.

Fatta questa premessa, conosciamo al meglio la magia in Primordia che sia bianca e nera, parlando principalmente di Stregoneria, Negromanzia, Alchimia, poteri spaziotemporali e cosmici, portali e rune.

Stregoneria:

ritenuta tra le tipologie magiche più controverse (e ripudiata il più delle volte dalle accademie di scuola di magia), la stregoneria è un tipo di magia che, contrariamente alle altre, non c’è prettamente uno studio e si focalizza su un approccio istintuale e ritualistico. Lo stregone è lo specialista delle maledizioni e dello scatenare forze caotiche e primordiali; questo non vale per tutte le strego/stregoni perché non sono malvage, ma spesso il loro approccio con la magia si focalizzano sulla natura sfruttandone per scopi buoni verso il prossimo.

Negromanzia:

la magia nera per eccellenza e per antonomasia. La negromanzia è quella pratica che richiama gli spiriti dei defunti e ne manipola i cadaveri. Il negromante è colui che specializzato nelle possessioni ed è l’evocatore di creature blasfeme (Cthulhu); questo lo si fa per il controllo della vita in ogni suo aspetto, dalla resurrezione di nuovi essere asserviti al proprio volere e scagliati ai nemici.

primordia

Alchimia (o magia elementale):

L’alchimista si occupa di varie discipline scientifiche e non (fisica, chimica astrologia, metallurgica e medicina). E colui che riesce a manovrare i simboli, degli elementi naturali ed esperto conoscitore delle pratiche magiche, l’alchimista è conosciuto per diversi scopi: la ricerca dell’onniscienza, della quinta essenza, della pietra filosofale, della panacea e della trasmutazione.

Poteri spaziotemporali e cosmici:

I fruitori dello spaziotempo e glia astro-incantatori traggono dai loro poteri da fonti energetiche estranee al mondo, per questo i loro poteri sono pericolosi in quanto possono variare e alterare le leggi della natura.

Portali:

Un portale è quell’apertura, di natura magica o tecnologica, che permette a un personaggio della storia di spostarsi nello spazio, nel tempo o attraverso diverse dimensioni.

Nel fantasy, diviene simbolo di bellezza e stranezza della ricerca e dell’ignoto da affrontare, all’interno di mondi impossibili o meravigliosi creati dall’autore.

Rune:

Una runa è uno scritto magico temporaneo, simile a una pergamena. Può essere attivata solo una volta prima che perda il suo potere magico ma fino a quando non viene attivata, dura indefinitamente. Una runa scritta o dipinta su una superficie svanisce quando viene utilizzata, cancellata o dissolta

Non perdere tutte le tappe di Primordia

Primordia

Sono Zeldaゼルダ,classe 1999, studentessa di Lingue e Culture Moderne. Amante di fumetti, manga, graphic novel. Gioco ad un po' di tutto, ma tendo a prediligere titoli retro e horror, psicologici e indie. I due titoli del cuore sono The Legend of Zelda e FFVII. Dal 2016 mi occupo di Appunti di Zelda uno spazio nerd dal punto di vista di una ragazza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.