Alberobello: Cosa mangiare e vedere nella capitale dei trulli
Dove mangiare

Alberobello: Cosa mangiare e dove mangiare nella capitale dei trulli

Alberobello è conosciuto per i suoi caratteristici trulli, le abitazioni coniche di pietra a secco entrate nella lista del Patrimonio dell’Umanità nel 1996. E’ collocata nella Valle d’Itria, zona ricca a livello enogastronomico che culturale. Quella di oggi è una mini guida dedicata alla città dei trulli da poter svolgere in mezza giornata, punteremo principalmente su cosa e devo mangiare e infine cosa vedere. Pronti?

Alberobello: Cosa mangiare e vedere nella città dei trulli

Cosa mangiare ad Alberobello?

La cucina tradizionale di Alberobello porta ancora oggi le testimonianze di una cucina tipica contadina povera e semplice, nonostante sia molto semplice vanta di una gustosità e unicità in assoluto.

I piatti tipici che puoi trovare in questa cittadina sono le orecchiette, i cavatelli o i capunti, conditi con cime di rapa verdura conosciuta per eccellenza nella cucina tipica puglie. Aglio, alici e molliche fritte sono quelle che troverete nella capitale dei trulli oppure nella classica versione con soffritto d’aglio e l’aggiunta di qualche acciuga fresca. Un classico da non perdere, un primo piatto delizioso tipico sono le lasagne con il baccalà, chiamate cr´sciàul in dialetto locale o  i frciedd’e (fricielli) e i capunti (orecchiette lunghe).

Non fatevi scappare i cavatelli freschi, una tipologia di forma ovale allungata che viene condita con olio extra vergine di oliva con pomodorini ciliegini freschi, cacioricotta e rucola. Questo piatto puoi gustarlo freddo o caldo, è buono in entrambe versioni!

Tra i tipici di mare e terra troviamo le brasciole al sugo, deliziosi involtini di carne di cavallo con all’interno prezzemolo, aglio tritato e pecorino. Queste vengono cotte nel sugo e accompagnate con orecchiette fresche. Altre proposte sono i lampascioni al forno e sfricone , pol Poi trovate secondi piatti di mare, composti principalmente da polipetti in pignata, vermicelli ai frutti di mare, zuppa di pesce, pepate di cozzecozze frittebaccalà e insalata di polpo.

Per i dolci le famose pettole cosparse di miele o di zucchero. Mentre da bere? Un buon Primitivo, nello specifico il Prisciu dell’azienda agricola Masciulli dalle note molto fruttate. Se sei un amane dei vini e formaggi prova il tagliere formaggi abbinato a marmellate, burrata fresca con deliziosi pomodori essiccati al sole.

Scopri la ricetta delle Orecchiette con rucola, pomodorini e cacioricotta fresca

Dove mangiare ad Alberobello?

Ristorante Pizzeria La Nicchia: si trova in un complesso di trulli con un design molto intimo e caratteristico, qui troverai specialità tipiche pugliesi a base di pesce;

Trattoria Pizzeria La Perla dei Trulli, anch’esso ospite in un complesso di trulli, avrete modo di provare specialità tipiche pugliesi a base di terra, quindi una cucina molto contadina.

Ristorante Pizzeria Il Pinnacolo, ospitato in un complesso all’interno dei trulli si trova in una delle zone più centrali del centro storico e serve cucina tipica a base di pesce.

Ristorante Trullo dei Sapori è situato nel centro storico di Alberobello e propone una cucina mare e monti. Questo ristorante predispone anche di una bellissima terrazza esterna.

Trattoria Amatulli si trova nel cuore centrale del paese, precisamente nella piazza del Popolo e offre diversi piatti della tradizione pugliese e adatti a vegetariani e vegani.

Ristorante Pizzeria Trullo del Conte ubicato vicino alla chiesa di Sant’Antonio, propone una cucina con piatti tipici pugliesi che sono a base di pesce.

Ristorante Pizzeria L’Olmo Bello si trova vicino al centro storico dei trulli e offre piatti a base di mare e monti.

Trattoria Da Donato offre una cucina tutta casereccia, qui potete gustare pasta fresca fatta in casa e prodotti a km 0.

Trattoria Terra Madre si trova nelle vicinanze al Trullo Sovrano e, dopo pochi passi, sarete davanti a Terra Madre. All’ingresso della trattoria, vi troverete davanti una piccola bottega con verdure fresche in esposizione e qualche conserva del giorno e hanno a disposizione un orto biologico e curato dai locandieri che producono frutta e verdura di stagione.

Focacceria La Lira per una breve pausa passate da questa focacciaria dove potrete degustare un delizioso pezzo di focaccia realizzata sul momento con altri prodotti tipici.

Cosa vedere e comprare ad Alberobello?

L’Emporio Aziendale di Olio Intini, si trova in vetta al monte Sabotino, precisamente al numero 119. E un’antichissima costruzione in pietra degli anni ’40, all’epoca l’azienda produceva anche vino, ospitava il palmento, una vasca utilizzata per la fermentazione del mosto, è oggi adibita al loro negozio locale: all’interno di esso si può fare una degustazione di olio extra vergine di oliva tipico di questa zona, oltre a questo potreste far scorta di souvenir di prodotti locali.

Museo dell’Olio, nasce come un omaggio alla comunità alberobellese, come la cultura del lavoro, l’amore per il proprio territorio e la solidarietà. Nel museo trovate reperti della civiltà contadina locale risalenti all’ottocento e ai primi anni del novecento, soprattutto attrezzi per la molitura delle olive.

Trullo Sovrano, si trova alle spalle della Basilica Minore ed è l’unico trullo disposto su due piani e oggi ospita il Museo del Territorio Casa Pezzolla. All’interno si trovano focolari, attrezzi da cucina e telai, che risalgono a un tempo.

Il Museo del Vino è situato all’interno della cantina Albea ed è dedicato a “Giampiero De Santis”, valente operatore culturale e politico scomparso in giovane età. Il museo un pochino fuori dal centro, ma è una chicca da non perdere, troverete tutti gli antichi strumenti agricoli usati nella viticoltura dai contadini nei decenni scorsi; come il torchio, la piccitrice, i capasoni (otri grandi per il vino), le botti, oltre ad una documentazione fotografica del passato e presente.


Scopri la rubrica Dove mangiare:

Avete mai provato la cucina pugliese? Fatemelo sapere nei commenti e non perdere gli aggiornamenti anche su Instagram

Heinz Beck diceva che la cucina non è mangiare. È molto, molto di più. Cucina è poesia. Per me la cucina è ben oltre le apparenze, è un gesto d'amore e così nascono le mie ricette insieme a tutte le foto correlate.Zelda's Kitchen è il blog di cucina attraverso libri, ricette e viaggi dal 2013.

13 Comments

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.