Come raggiungere l’Isola d’Elba in macchina

Vacanza sull’isola d’Elba

L’isola d’Elba è una delle mete più ambite dai vacanzieri di tutta Italia e da numerosi turisti stranieri. 

Di anno in anno, l’isola continua ad attirare visitatori, merito delle sue bellezze naturali, dei suoi incantevoli paesaggi e di strutture sempre più all’avanguardia in grado di accontentare in pieno le esigenze di una clientela che, al giorno d’oggi, si è fatta sempre più selettiva, sapendo in anticipo cosa si aspetta: sono in molti a sceglierla, reputandola un luogo incredibilmente affascinante, dove organizzare un weekend all’insegna del romanticismo, ma anche per celebrare il matrimonio dei sogni, vista l’esclusività degli ambienti. 

Tra gli innumerevoli vantaggi dell’isola d’Elba vi è di sicuro il fatto che è relativamente semplice da raggiungere in macchina, a prescindere dal punto di partenza. Il punto di destinazione con l’auto è Piombino. 

Poi occorre prendere il traghetto. E in tema di traghetti per l’Elba, le alternative non mancano di certo. Basta collegarsi su internet per dare un’occhiata: compagnie come Moby Lines, Corsica Sardinia Ferries, Toremar e Blu Navy oltre ad avere navi molto confortevoli, hanno il vantaggio di offrire numerose corse a livello giornaliero. 

Tutto ciò permette a chi desidera visitare l’isola d’Elba di ottimizzare i tempi.

Isola d'Elba - Vacanza sull’isola d’Elba

Come raggiungere l’isola d’Elba in macchina da Milano?

Da Milano, città che dista dall’isola d’Elba grosso modo 370 km, vale a dire 4 ore e 30 minuti d’auto in condizioni normali, il percorso è molto semplice: dopo aver imboccato l’autostrada A1, uscendo a Parma, sarà necessario prendere l’autostrada A15, in direzione La Spezia. 

Il tratto autostradale seguente è quello di Rosignano Marittimo. Infine, l’isola d’Elba è raggiungibile in auto, imboccando la Via Aurelia (direzione Grosseto) con uscita a Venturina/Isola d’Elba.

Come raggiungere l’isola d’Elba in macchina da Torino?

Partendo da Torino, è opportuno prendere dapprima la A21 e in seguito la A26, verso Genova. 

Successivamente, occorre imboccare l’A10 in direzione Livorno e poi la A12: l’uscita da prendere in questo caso è quella in direzione Genova Est/Livorno. 

A questo punto, il percorso è lo stesso descritto precedentemente con Milano, vale a dire SS1 Aurelia e direzione verso Piombino. 

La distanza tra Torino e l’isola d’Elba è poco oltre i 480 km. In auto, ci si impiega in condizioni normali poco meno di 7 ore per arrivare a destinazione.

Come raggiungere l’isola d’Elba in macchina da Roma o da Napoli?

Raggiungere l’incantevole isola facente parte della provincia di Livorno è alquanto semplice, partendo da Napoli o da Roma. 

Nel primo caso, il percorso complessivo è pari a 524 km e si sviluppa nella quasi sua interezza lungo l’Autostrada del Sole: l’A1, come è risaputo, è il tratto autostradale più lungo a livello nazionale e passa anche per la Capitale. 

La distanza tra Roma e Civitavecchia è pari a 313 km. Occorre uscire a Civitavecchia per poi prendere la Via Aurelia verso Grosseto. 

Infine, bisogna prestare attenzione al cartello “Venturina/Isola d’Elba” in direzione degli imbarchi per Piombino Marittima.

Se dal capoluogo partenopeo occorrono poco più di 7 ore per arrivare a destinazione, dalla Capitale ne bastano poco meno di 5 ore e 30 minuti.

E una volta arrivati in auto a Piombino, dove ci si può imbarcare?

Il porto di Piombino rappresenta il principale porto di imbarco per tutti quei traghetti che raggiungono l’isola. 

Da qui, sarà possibile imbarcarsi verso Rio Marina, Portoferraio e Cavo. Sono questi i tre porti dell’isola d’Elba.

Prezzi biglietti traghetti diretti all’isola d’Elba

Prezzi biglietti traghetti diretti all’isola d’Elba

Uno degli interrogativi maggiormente ricorrenti tra i turisti, desiderosi di ammirare le bellezze di questo luogo incantato, ha a che fare con il prezzo dei biglietti dei traghetti. 

Quanto vengono a fare? In media, partendo da Piombino, il biglietto presenta un costo che si aggira fra i 10 e i 20 euro. 

Prenotando con un certo anticipo, questione fattibile se già si conosce quale sarà il periodo di soggiorno, il risparmio è assicurato. 

E se si viaggia in famiglia, prenotare con sufficiente anticipo, vuol dire tagliare alcuni costi superflui.

Quanto tempo occorre per raggiungere l’isola d’Elba, partendo dal porto di Piombino?

Per quanto riguarda gli orari traghetti per l’Elba, la traversata ha una durata relativamente breve. 

L’esito finale risulta strettamente connesso alla tipologia di mezzo scelta: con i fast ferry sono sufficienti poco più di trenta minuti. 

Gli aliscafi sono l’opzione intermedia, visto che ne bastano quaranta di minuti. Con i traghetti, invece, occorre un’ora. 

Il vantaggio di questa scelta è che si risparmia rispetto alle altre due soluzioni e si può godere di un’incantevole panorama.

Quanto tempo occorre per raggiungere l’isola d’Elba, partendo dal porto di Piombino?

Quanto costa imbarcare la macchina per l’isola d’Elba?

Sono in molti, purtroppo, gli utenti che si sono lamentati del rincaro prezzi per imbarcare la macchina per l’isola d’Elba: allo stato attuale delle cose, la tratta di sola andata da Piombino a Rio Marina, il prezzo di sola andata auto + passeggero è pari a 63 euro. 

E lo stesso dicasi per il ritorno. Un anno fa, invece, erano sufficienti solamente 44 euro per questo percorso.

Che ne pensate? Fatemelo sapere nei commenti e seguimi sulla pagina Facebook e su Instagram e Twitter

Heinz Beck diceva che la cucina non è mangiare. È molto, molto di più. Cucina è poesia. Per me la cucina è ben oltre le apparenze, è un gesto d'amore e così nascono le mie ricette insieme a tutte le foto correlate. Sono Zelda e dal 2013 gestisco il blog chiamato Appunti di Zelda. Scrivo di ricette, libri e di viaggi con occhio principalmente legato ai piatti e tipici locali di ogni luogo che visito. Sono anche un'amante della birra e bevo troppi caffè e infusi, oltre a curiosare tra scatti e studiare diverse tipologie di cucine.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.