Articoli

Focus On: Utena la fillette révolutionnaire

Utena la fillette révolutionnaire nasce come un progetto multimediale del gruppo di artisti giapponesi Be-Papas composto da due manga, un anime, un film d’animazione, un musical teatrale ed un videogioco per Sega Saturn.

L’opera è iniziata nel 1996 con il fumetto a episodi e prosegue nel 1997 con la serie televisiva animata (nota in Italia come La rivoluzione di Utena) e si è conclusa nel 1999 con il film cinematografico Apocalisse Adolescenziale e il manga one-shot collegato. Secondo alcuni, una fonte d’ispirazione di Utena è rappresentata dal lavoro di Riyoko Ikeda Lady Oscar.

La nuova edizione proposta dalla Star Comics, composta da tre volumi, ci permette di scoprire nuovamente questa eroina attraverso un nuovo formato pieno di contenuti extra, pagine a colori e in bianco e nero con sovraccoperta.

L’articolo di oggi è un approfondimento sul primo volume dell’opera.

Utena

Utena la fillette révolutionnaire

Un principe che profuma di rose salva la vita della piccola Utena, che ha perso entrambi i genitori. Il tempo passa e la ragazza, guidata dalle lettere col sigillo della rosa che ha ricevuto per posta ogni anno, si trasferisce all’Accademia Ohtori, dove scopre il sistema dei duelli che ruotano attorno all’enigmatica Sposa della Rosa.

Mentre Utena cerca di svelare il mistero che avvolge il fantomatico Confine del Mondo e l’identità del suo principe, il presidente del Consiglio Studentesco sembra intenzionato a prendersi gioco di lei…

Tra film, anime e videogioco

L’anime

L’anime di Utena, è composto da 39 episodi, fu creato dallo stesso gruppo che aveva lavorato per tre stagioni a Sailor Moon, incluso il regista Kunihiko Ikuhara, e lo sceneggiatore Yōji Enokido, meglio noti all’epoca per aver rispettivamente diretto e scritto le serie S e SuperS di Sailor Moon, fra le cinque probabilmente quelle con i temi più maturi e poco adatti ad un pubblico di bambini. Ikuhara, in realtà, iniziò a concepire la saga di Utena fin dal periodo 1991-1992, quando stava lavorando con Jun’ichi Satō per la serie TV Kingyo chūihō!, prodotta dalla Toei Animation; solo tre anni dopo, nel 1995, Ikuhara avrebbe fondato il collettivo Be-Bapas allo scopo di produrre Utena.

Il film

Utena la fillette révolutionnaire – The Movie: Apocalisse adolescenziale può essere considerato un lavoro a sé stante. Infatti, sebbene in principio la sua struttura ricordi quella della serie televisiva, il finale è totalmente diverso e rappresenta un percorso di liberazione delle due protagoniste, non più viste semplici amiche, ma come compagne di vita.

Il musical

Shōjo kakumei Utena, makai tensei mokushiroku hen, reijin Nirvana raiga è il musical basato sulla vita di Utena.

Shōjo kakumei Utena: Itsuka kakumeisareru

Il videogioco Shōjo kakumei Utena: Itsuka kakumeisareru, è infine una diversa interpretazione dello stesso incipit: il giocatore interpreta una ragazza anonima che per quattro giorni osserva lo svolgimento dei fatti nell’Accademia Ohtori; incontra Utena, Anthy, i vari componenti del Consiglio Studentesco e gli altri personaggi. In base alle sue scelte, il giocatore può arrivare ad uno dei dieci finali alternativi disponibili.

I temi

Abbiamo dei ruoli canonici che vengono completamente invertiti rispetto alla normalità, con ad esempio Utena che desidera diventare il principe e non la principessa, o Anthy che pur pacata ed amichevole è legata al concetto della strega. Inoltre alcuni simboli si ripetono in maniera costante, come ad esempio la frase ispirata a Demian di Hermann Hesse.

Utena

«Se il guscio dell’uovo non si spezza, il pulcino morirà senza essere nato. Il mondo è l’uovo di cui noi siamo i pulcini, se non spezziamo il guscio del mondo moriremo senza essere nati. Spezziamo dunque questo guscio per poter rivoluzionare il mondo!» Demian di Hermann Hesse

Bisogna sottolineare che la serie tratta temi molto particolari, spesso delicati e maturi: incesto, omosessualità femminile e maschile, oltre ad evidenti riferimenti ad abusi sessuali.

Simbolismo

È un’opera pieno di cliché di certi generi animati con riferimenti nascosti, esoterici,occulti, ermetici.
Lo gnosticismo* è l’elemento alla base del soggetto di Utena. Non manca nulla in questa serie e possiamo trovare sensuali corse in auto fino alla Fine del Mondo, ascensori, scalinate, spirali, cancelli, serre, torri falliche.

*Lo gnosticismo è stato un movimento filosofico, religioso ed esoterico, a carattere iniziatico, molto articolato e complesso, presente nel mondo ellenistico greco-romano, la cui massima diffusione si ebbe tra il II e il IV secolo d.C


Cosa ne pensate voi? Conoscete questa eroina?

Iscriviti per non le newsletter di fine mese

Sono Zeldaゼルダ,classe 1999, studentessa di Lingue e Culture Moderne. Amante di fumetti, manga, graphic novel. Gioco ad un po' di tutto, ma tendo a prediligere titoli retro e horror, psicologici e indie. I due titoli del cuore sono The Legend of Zelda e FFVII. Dal 2016 mi occupo di Appunti di Zelda uno spazio nerd dal punto di vista di una ragazza.