Lifestyle

Tè a basso contenuto di teina

Oggi sul blog parliamo di alcuni tè a basso contenuto di teina. In questo articolo vi consiglio alcuni tè a basso contenuto di teina/caffeina da provare in sostituzione dei tè normali che a non tutti piacciono.


  • Bancha
Immagine correlata

Il tè bancha è un ottimo depuratore del fegatofavorisce la diuresi e i processi digestivi. Viene consigliato anche per le diete dimagranti essendo un tè verde e basso contenuto di teina. In Giappone viene consumato dopo i pasti e consigliato per i bambini e le mamme in dolce attesa.

  • Hojicha 

E’ ottenuta dalle foglie dell’albero di tè verde e e nasce dalla tostatura del Bancha o del Sencha. Ha un sapore che ricorda molto la nocciola e ha un tasso di teina bassissimo.

  • Kukicha

E’ ottenuto dai rametti tostati della pianta, invecchiata per tre anni. Usato molto per scopi curativi e ha un sapore di nocciola.Anche questo ha un bassissimo contenuto di teina.

  • Rooibos

Il suo nome è Afrikans, significa “arbusto rosso”. È conosciuto come elisir di giovinezza per le sue note proprietà antiossidanti, senza teina e anche un’azione antibatterica.

  • Tie Guan Yin

Il Tie Guan Yin, è l’oolong per l’eccellenza , con un ridotto contenuto di teina, può essere consumato come abbinamento ai pasti o in qualsiasi momento della giornata.

  • Tè deteinato 

Il tè deteinato vengono utilizzati dei solventi. I più usati sono i cloruro di metilene, l’acetato di etile o l’anidride carbonica.

Heinz Beck diceva che la cucina non è mangiare. È molto, molto di più. Cucina è poesia. Per me la cucina è ben oltre le apparenze, è un gesto d'amore e così nascono le mie ricette insieme a tutte le foto correlate. Zelda's Kitchen è il blog di cucina attraverso libri, ricette e viaggi dal 2013.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.