Articoli

Storia dei videogiochi a fumetti – Recensione

Ben ritornati lettori, oggi parliamo “Storia dei videogiochi a fumetti“, una graphic novel o se vogliamo essere più tecnici, è un saggio a fumetti dove ci viene spiegata l’intera evoluzione del fenomeno videoludico. L’idea nasce da Scott McCloud curatore dei disegni e Jonathan Hennessey sceneggiatore dell’opera.

Storia dei Videogiochi a Fumetti

Storia dei videogiochi a fumetti
Storia dei Videogiochi a Fumetti
  • Autore: Jonathan Hennessey, Jack McGowan
  • EAN: 9788863554823
  • Editore: Multiplayer Edizioni
  • Genere: Fumetto
  • Pagine: 196
  • Formato: Copertina Flessibile
  • Lingua: Italiano
  • Traduttore: Giorgia Prati
  • Trama: Bastano pochi pixel luminosi, un display, un joystick, un d-pad o anche solo il touch screen di uno smartphone per entrare in un mondo dove ogni mossa può fare la differenza tra il level up o il game over. Come siamo passati da Pong, così semplice ma accattivante, ad applicazioni capaci di modificare la realtà come Pokémon Go, che ha spinto i giocatori di tutto il mondo a esplorare le loro città alla ricerca di minuscole creature? Ecco la storia completa e illustrata dei videogiochi, fin dalle sue misteriose origini…

Recensione Storia dei Videogiochi a Fumetti

Un singolo pixel luminosi, un display, un joystick, un d-pad o anche solo il touch screen di uno smartphone per avvicinarci in un mondo dove ogni mossa fa la differenza tra un level up o un game over.

Si parte da Pong, semplice ma accattivante, ad applicazioni di modificare la realtà come Pokémon Go, Minecraft Earth o Harry Potter: Wizards Unite, che ha spinto i giocatori di tutto il mondo a esplorare le loro città alla ricerca di minuscole creature o nel creare veri e propri mondi. Come siamo arrivati a queste tipologie di giochi?

Storia dei videogiochi a fumetti è una storia completa e illustrata dei videogiochi, ci fa conoscere sin da subito scienziati stravaganti, universitari geniali, programmatori hippy e imprenditori giapponesi a caccia di affari, uomini ambiziosi, armeggi e sognatori che hanno avuto un ruolo importante nella nascita e nella rinascita del miliardo-industria del mondo videoludico che conosciamo sino ad oggi.

Storia dei videogiochi a fumetti

Il libro diffonde ogni sorta di riferimenti ironici alle icone classiche e moderne in tutte le fasi della storia. Eppure, conosciamo la creazione dei laboratori top secret della Seconda Guerra Mondiale dove Alan Turing, il padre dell’informatica, ha scritto il primo gioco per computer; lo sviluppo di console domestiche e innovative che hanno portato un grande successo e cambiamento, grazie a icone conosciute del settore come Atari e Nintendo; e la nascita di aziende come Sony e Sega che ancora oggi sono alcuni dei grandi pilastri del mondo videoludico.

Il saggio si sofferma inoltre sui titoli che sono entrati nella grande storia dei videogiochi, come Pac-Man, Space Invaders, Super Mario Brothers, Mortal Kombat, Doom, Assassin’s Cree, Sonic the Hedgehog, Final Fantasy VII, Grand Theft Auto, Angry Birds, Minecraft e molti altri, e sui loro creatori così audaci e coraggiosi.

In conclusione, il saggio ci permette di scoprire non solo alcuni videogiochi ma anche sulle principali invenzioni tecnologiche del ‘900 e sui personaggi che hanno fatto la storia, Storia dei videogiochi a fumetti ci permette di capire al meglio attraverso il linguaggio del fumetto la nascita di console e dei videogiochi moderni.

La lettura di questo “graphic novel” è consigliata non solo per chi ama i fumetti ma anche per gli appassionati di videogiochi o meglio la nascita dei titoli di cui siamo a conoscenza e sono passati alla storia; quanto i disegni sono fluidi e la somiglianza trai i protagonisti sembrerebbero combaciare alle loro controparti reali.


Iscriviti per non perdere la newsletter di fine mese.

Un ringraziamento speciale a Multiplayer Edizioni per avermi recapitato la copia omaggio.

Sono Zeldaゼルダ,classe 1999, studentessa di Lingue e Culture Moderne. Amante di fumetti, manga, graphic novel. Gioco ad un po' di tutto, ma tendo a prediligere titoli retro e horror, psicologici e indie. I due titoli del cuore sono The Legend of Zelda e FFVII. Dal 2016 mi occupo di Appunti di Zelda uno spazio nerd dal punto di vista di una ragazza.