Spaghettone con pesto alla trapanese
Ricette,  Collaborazioni,  Ricette tratte da

Spaghettone con pesto alla trapanese | Drepanum: La Falce Insanguinata

Oh hello! Benvenuti e ben ritrovati in una nuova ricetta di Zelda’s Kitchen. Lo Spaghettone con pesto alla trapanese è realizzata per il libro Drepanum: La Falce Insanguinata di Alessia Piemonte pubblicato da Dark Abyss nella collana Madre Shipton. Questa ricetta è in collaborazione con il blog di cultura che tratta libri e non solo Libri Riflessi, mi è stato affidato il compito di realizzare una ricetta che rispecchiasse il libro. Drepanum è ambientato a Trapani, la città dei due mari, la città delle panelle, delle busiate al pesto… la città della Mano Nera.

E’ un buon primo piatto da portare come pranzo a lavoro o un pranzo in famiglia la domenica. Se vi ho incuriosito con questo spaghettone con pesto alla trapanese, allacciate il grembiule e scopriamo insieme il procedimento e gli ingredienti per realizzare questa fantastica e deliziosa ricetta. Spero che questa versione vi possa piacere e soddisfare i vostri palati. ♡

Ricetta per lo Spaghettone con pesto alla trapanese

Dosi: 4 persone Tempo di preparazione: 20 Minuti Tempo di cottura: 40 minuti

Ingredienti:

  • 280 gr di Spaghettoni
  • q.b Mandorle
  • Olio extra vergine di oliva
  • q.b sale

Ingredienti per realizzare il pesto:

  • 1 confezione di pomodoro pachino (o perini, piccadilly) – Facoltativo: pomodoro pachino siciliano;
  • 1 mazzetto basilico
  • 60 gr di pecorino grattugiato
  • 35 gr di mandorle pelate
  • 1 spicchio aglio
  • 3 cucchiai di olio extra vergine di oliva
  • q.b sale
  1. Lava per bene un mazzetto di basilico fresco, asciugalo con un panno umido e mettilo in un mixer insieme alle mandorle pelate e uno spicchio di aglio sbucciato.
  2. Frulla tutto e aggiungi 5 cucchiai di olio extra vergine di oliva e poi aggiungi 60 gr di pecorino grattugiato.
  3. In una pentola abbondante di acqua con sale versa lo spaghettone e cuoci per 14 minuti.
  4. Nel frattempo lava i pomodorini pachino e scottali in acqua bollente e versali all’interno del pesto, infine mischia pe bene.
  5. Per concludere versa lo spaghettone in una padella antiaderente con il pesto e i pomodorini, aggiungi un filo di acqua di cottura della pasta precedentemente cotta e saltala per un paio di minuti.
  6. Lo Spaghettone con pesto alla trapanese è pronto, condisci con delle mandorle e servi. Buon appetito!

Se la ricetta dello Spaghettone con pesto alla trapanese ti è piaciuta, seguimi anche su Facebook , troverai tutte le mie ricette e le novità del blog.

Mi trovi anche su Instagram e Twitter. Scopri altre ricette dal blog qui. Che ne pensate? Fatemelo sapere nei commenti! A presto con una nuova ricetta sul blog!

Scopri la ricetta di Cucina e Burlesque con Bowl di cous cous con salmone in salsa teriyaki e verdure per la rubrica in cucina con l’autore. Ora vi faccio conoscere la trama e la mia opinione su questo romanzo.


Trama Drepanum: La Falce Insanguinata 

Trapani, la città dei due mari, la città delle panelle, delle busiate al pesto… la città della Mano Nera.
A Mano Niura, così il commissario Alberto Baldarotta ha chiamato lo spietato killer che da anni imperversa in città, mietendo vittime. L’omicidio della giovane Letizia Gandolfo si intreccia con la scomparsa del cronista Cesare Bonanno, e le indagini portano dritto alla Mano Nera.

Drepanum. La falce insanguinata - Alessia Piemonte - Libro - Dark Abyss -  Madre Shipton | IBS

Sarà solo l’inizio di un incubo che stringerà gli investigatori nella spirale mortale del crudele assassino. Ogni tessera del puzzle chiede, però, un tributo di sangue; le prede cadono in trappola, una dopo l’altra. Il Commissario e la sua squadra scaveranno nella malavita di Trapani, fra i dedali sordidi e nefandi di una città che respira il mare mentre è ferita senza tregua dalla bestiale malvagità dell’uomo.

Baldarotta, investigatore tenace e testardo, padre affettuoso e amico sincero, non si arrenderà fino a quando non sarà certo che A Mano Niura non potrà più nuocere.

Puoi acquistare Drepanum, Qui

Recensione Drepanum: La Falce Insanguinata 

Alessia Piemonte ci racconta una bellissima Sicilia alle prese con un serial killer che da anni spaventa e uccide i cittadini della cittadina di Trapani. “Mano Niura”, Mano Nera per chi non conoscevo il dialetto, viene definito dal commissario Alberto Baldarotta. L’omicidio della Letizia Gandolfo, sembra intrecciarsi con la scomparsa del cronista Cesare Bonanno. Due casi che all’apparenza sembrano scollegati tra di essi, ma che tassello per tassello collegherà al serial killer Mano Nera.

Alessia Piemonte ci regala così un thriller con un pizzico di giallo entusiasmante, ricco di colpi di scena, suspense e la voglia di scoprire chi si cela nell’omino serial killer. Ebbene spero che questo mini parare personale vi sia d’aiuto per leggere il romanzo e che la ricetta vi accompagni nella lettura. A presto!

Heinz Beck diceva che la cucina non è mangiare. È molto, molto di più. Cucina è poesia. Per me la cucina è ben oltre le apparenze, è un gesto d'amore e così nascono le mie ricette insieme a tutte le foto correlate. Appunti di Zelda è il blog di cucina attraverso libri, ricette e viaggi dal 2013.

7 Comments

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.