Crescent City
Libri e Fumetti

Review Tour: Crescent City di Sarah J. Maas

Buongiorno lettori, ieri è uscito Crescent City– La casa di terra e sangue una nuova saga fantasy new adult di Sarah J. Maas. Di questa autrice ho in mente anche di recuperare la saga di A Court of Thorne and Roses, in molti mi hanno consigliato di recuperarla, ma ora dedichiamoci a Crescent City.

Crescent City

Crescent City
  • Titolo: La casa di terra e sangue
  • Autore: Sarah J. Maas
  • Editore: Mondadori
  • Serie: Crescent City #1
  • Data pubblicazione: 14 Luglio 2020
  • Genere: Fantasy – New Adult
  • Pagine: 708
  • Formato: digitale (euro 9,99) cartaceo (euro 19,90)
  • Link di acquisto: Qui

Trama
Ventitré anni, mezza Fae e mezza umana, Bryce Quinlan ha una vita perfetta: di giorno lavora in una galleria d’arte e di notte passa da una festa all’altra, senza problemi e senza preoccupazioni. Quando però una brutale strage scuote profondamente Crescent City, la città in cui vive, e Bryce perde una persona a lei molto cara, il suo mondo crolla in mille pezzi lasciandola disperata, ferita e molto sola.

Adesso non cerca più il divertimento, ma un oblio in grado di farle dimenticare i terribili fatti che hanno cambiato la sua vita per sempre. Due anni dopo l’imputato è finalmente dietro le sbarre ma, tutt’a un tratto, i crimini ricominciano e Bryce è decisa a fare tutto il possibile per vendicare quelle morti.

Ad affiancarla nelle indagini arriva Hunt Athalar, un famoso angelo caduto, prigioniero degli arcangeli che lui stesso aveva tentato di detronizzare. Le sue grandi capacità e la sua forza incredibile sono utilizzate all’unico scopo di eliminare i nemici del suo capo.

Quando però si scatena il caos in città, Hunt riceve una proposta irrinunciabile: aiutare Bryce a trovare l’assassino e riconquistare, in cambio, la sua libertà.Quando Bryce e Hunt cominciano a scavare in profondità nel ventre di Crescent City, scoprono un potere terrificante e oscuro che minaccia tutto e tutti, e vengono travolti da una passione irrefrenabile, che potrebbe renderli entrambi liberi, se solo lo volessero.

Recensione Crescent City

La protagonista questo romanzo è la mezza umana e mezza fae Bryce, una ventitreenne che lavora come assistente nella galleria di oggetti antichi Griffin gestita da una maga e la sera una ragazza festaiola.

Con la conclusione di un prologo per farci conoscere il nuovo mondo, Bryce subisce un duro colpo: le persone a lei care vengono assassinate crudelmente da uno sconosciuto. Questo evento la segna in modo drastico e da quel momento la sua vita non sarà più la stessa.

Dopo circa due anni, Bryce viene convocata da Micha, l’arcangelo governatore, per aiutare nelle indagini su una serie di nuovi omicidi con lo stesso modo modus operandi delle persone uccide qualche anno fa, compresa le persone più care della ragazza.

«Questo è il senso della vita, Bryce.Vivere, amare, sapere che potrebbe sparire tutto domani. Rende ogni cosa molto più preziosa.»

Abbiamo modo di conoscere uno dei personaggi del primo volume: Hunt Athalar, angelo e sicario personale di Micah. 

Hunt Athalar è un angelo caduto, soprannominato “l’Ombra della Morte”, lavora duramente per riconquistare la sua libertà e smettere di essere uno schiavo. Risolvere il caso di questi omicidi lo avvicinerebbe alla sua libertà, ma per farlo deve collaborare con Bryce Quinlan, una ragazza verso la quale inizialmente ci sono degli scontri e poca collaborazione.

Devo dire che inizialmente non ho amato entrambi i personaggi. Lei è la classica eroina forte, coraggiosa, leale e spirito collaborativo, ama anche da un carattere poco piacevole e detto tra noi io l’avrei presa a schiaffi, ma dettagli–. Ovviamente capitolo dopo capitolo avrete modo di rivalutare Bryce.

Hunt invece è quel personaggio che tutti amano: affascinante, tenebroso, spietato, solitario e temuto da tutti, un leader su cui contare – e anche il classico bello e dannato che tutti amano e vorrebbero, no? Impossibile, menti! –. Difatti l’unica a cui non piace è la stessa Bryce – per il momento –.

I rapporti inizialmente sono leggermente turbolenti, ma l’autrice è stata astuta a non creare il classico “colpo di scena” del tipo “prima odio e poi magicamente nasce l’intesa e un legame profondo”

Ammetto che Crescent City il world-building è piuttosto complesso e si fa fatica a capire la narrazione nella prima parte del romanzo. Sicuramente mi sarebbe piaciuto aver maggiori informazioni sugli eventi e questo mondo abitato da umani e creature di ogni tipologia di razza appartenenti alle diverse casate.

Crescent City è una storia complessa ma ben strutturata, con ambientazioni e personaggi ben descritti, lineari e caratterizzati. Una storia che tocca diversi temi come il dolore, giochi di potere, vendette, amore, lealtà e amicizie. Il primo approccio è stato interessante anche perché ho apprezzato moltissimo elementi come divinità, creature fantastiche e oggetti magici e potenti, elementi che secondo me vanno posti nel giusto modo.

Per chi legge la trama la prima impressione che si fa è quella che ruoti attorno alla ricerca dell’assassino, ma in realtà non si basa solo su questo. Le indagini di questo romanzo portano a nuove scoperte, rivelazioni inaspettate, segreti e sparizioni, colpi di scena che non ti aspetti e che ti fanno dubitare della storia.

E’ un romanzo così articolato che solo nella seconda parte la narrazione diviene più scorrevole e piacevole. Se teniamo conto delle 700 pagine di cui è composto il romanzo, buona parte si fa leggermente fatica a seguire le vicende, nella seconda invece tutto è più chiaro tanto da arrivare alla conclusione della storia. Un punto a favore della prosa dell’autrice che nonostante tali pagine riesce a coinvolgerti tanto nelle sue storie a tal punto da estrarsi dal mondo reale.


Un ringraziamento speciale a Oscar Mondadori per avermi omaggiata della copia digitale.

Crescent City

Sono Zeldaゼルダ,classe 1999, studentessa di Lingue e Culture Moderne. Amante di fumetti, manga, graphic novel. Gioco ad un po' di tutto, ma tendo a prediligere titoli retro e horror, psicologici e indie. I due titoli del cuore sono The Legend of Zelda e FFVII. Dal 2016 mi occupo di Appunti di Zelda uno spazio nerd dal punto di vista di una ragazza.