siamo tutti bravi con i fidanzati degli altri
Libri e Fumetti

Review Party: Siamo tutti bravi con i fidanzati di Tommaso Zorzi

Buon pomeriggio lettori e buon sabato! Oggi parliamo dell’ultimo romanzo pubblicato dalla Mondadori. Si tratta del romanzo di Tommaso Zorzi intitolato Siamo tutti bravi con i fidanzati. Pronti a scoprire di cosa si tratta?

Siamo tutti bravi con i fidanzati.

siamo tutti bravi con i fidanzati degli altri
  • Titolo: Siamo tutti bravi con i fidanzati degli altri
  • Autore: Tommaso Zorzi
  • Pagine: 204
  • Prezzo: € 18
  • Uscita: 16 giugno 2020
  • Genere: Narrativa
  • Casa Editrice: Mondadori
  • Link di acquisto: Qui

Fortunatamente nella sua ricerca Filippo non è solo. Accanto a lui c’è Bea, l’amica di una vita e coinquilina da sempre che a ragazzi non è messa poi tanto meglio. Ma si sa, la speranza è l’ultima a morire, almeno finché viene alimentata dal vino bianco di pessima qualità che ogni sera Alice porta a Bea e Filippo in cambio di un posto sul divano del loro appartamento di Porta Venezia, nel cuore del quartiere della festa milanese.

La malasorte sentimentale sembra invertire la sua rotta quando Filippo, grazie all’inseparabile Gilda, il suo bellissimo esemplare di bassotto a pelo ruvido, incrocia il proprio destino con quello di Diego: dog sitter, uno e novanta, moro, occhi neri.

Un bòno, insomma. Diego ha solo un piccolo, trascurabile difetto: ha una fidanzata che lo aspetta a Monopoli, in Puglia. Dettagli. Diego è perfetto, è dolce, passionale, insomma è quello giusto. Ma non è tutto oro quel che luccica. Magari è solo bigiotteria fatta bene.

Siamo tutti bravi con i fidanzati degli altri

Recensione Siamo tutti bravi con i fidanzati

“Questo sarà l’anno del mio fidanzamento, l’ho deciso. Sì, Filippo Villa, ventiquattro anni, milanese da generazioni, giornalista sportivo e party-boy, quest’anno si fidanzerà. E adesso ho qualcosa come tredici chat attive su Grindr, che è tutto un pullulare di messaggi.”

Vi capita mai di comprare un libro a scatola chiusa? Un libro che a cui date fiducia principalmente per il titolo o vi attira la trama e poi quella stessa storia vi delude?

Ebbene sì, ci sono ricaduta nuovamente e questa volta la cosa mi è sfuggita di mano. Vi starete chiedendo perché allora ne parli? Ho deciso di partecipare al review party del romanzo Siamo tutti bravi con i fidanzati degli altri, di Tommaso Zorzi.

Ti rendi conto di aver sbagliato libro quando conosci realmente Tommaso Zorzi attraverso questo libro, ma lasciamo perdere per il momento questo discorso.

Ammetto di essere sempre neutrale nelle mie recensioni ma qui siamo un livello di trash assoluto e una presa per i fondelli su determinati temi trattati, ma va bene così.

Mi sono imbattuta su questa lettura principalmente per la sinossi e credevo fosse un romanzo di genere M/M romance, solitamente sono più i self a trattare questo genere ma proseguiamo egualmente mettendo in evidenzia che qui una storia c’è ma senza senso.

Per la maggior parte del romanzo troviamo degli stereotipi su ragazzini gay fastidiosi e una rutine senzasenso e classica dei figli di papà, almeno la storia mi fa pensare a queste giornate trascorse a bere e rimorchiare, rimorchiare e bere, spendendo i soldi di mammina e paparino, battutine infantili e un insieme di roba trash mischiato al cringe.

Qualcuno direbbe è un giovane pivello, di successo, è giusto che si goda questi anni finché non avrà modo di sistemarsi. – beh, bello alle spalle dei genitori, no? –.

Non lo so, è un romanzo leggermente pericoloso da molti punti di vista. La cosa più fastidiosa in Siamo tutti bravi con i fidanzati degli altri, è il trattare le malattie sessualmente trasmissibili come una cosa da niente.

Tu che comunque sei giovane, laureto in una facoltà benestante e influncer, permetti di influenzare le menti di tantissimi giovani per cavolate e per la gonorrea mi caschi come una pera cotta? Come fai a creare dei personaggi menefreghisti e senza pudore a una malattia come questa? Gli stessi personaggi si burlano di averla trasmessa a un tizio qualunque piuttosto che un altro, senza sensi di colpa o rimorso.

La gonorrea è una malattia seria, non sono caramelle. Nelle donne può provare gravi problemi come dolori pelvici cronici e sterilità. Non è una malattia da prendere alla scialla. Non mi sembra corretto nei confronti di chi ogni giorno cerca di insegnare la prevenzione per tutte queste malattie sessualmente trasmissibili o per chi lotta nel tentar di essere tutelati su tutti i campi.

Non so, ho letto libri trash e mondani tipici dai classici sborroni che hanno i soldi eh..ma questo si supera. Vabbè ho imparato la lezione, per chi mi dirà che Tommaso Zordi è tutta altra persona al di fuori del libro. Vorrei solo dire che per me è floop totale, poi potrei sbagliarmi eh!


Un ringraziamento speciale a Mondadori per avermi omaggiata della copia digitale Siamo tutti bravi con i fidanzati degli altri.

Sono Zeldaゼルダ,classe 1999, studentessa di Lingue e Culture Moderne. Amante di fumetti, manga, graphic novel. Gioco ad un po' di tutto, ma tendo a prediligere titoli retro e horror, psicologici e indie. I due titoli del cuore sono The Legend of Zelda e FFVII. Dal 2016 mi occupo di Appunti di Zelda uno spazio nerd dal punto di vista di una ragazza.