Tutta colpa del tight
Libri e Fumetti

Review Party: Tutta colpa del tight di Silvia Calandra

Buongiorno lettori e buon venerdì! Oggi ho il piacere di parlarvi dell’ultimo romanzo pubblicato da Royal Books Edizioni. Si tratta del romanzo di Silvia Calandra intitolato Tutta colpa del tight. Pronti a scoprire di cosa si tratta?

Tutta colpa del tight

Tutta colpa del tight
  • Titolo: Tutta colpa del tight
  • Autrice: Silvia Calandra
  • Editore: Royal Books Edizioni
  • Genere: Contemporary Romance
  • Pagine: 321
  • Prezzo e-book: 2,99 €
  • Data di uscita: 13 luglio 2020
  • Link di acquisto: Qui

Trama Tutta colpa del tight:

Christine, reduce da un passato non roseo dal punto di vista sentimentale, ha finalmente trovato la sua strada tra le vie e i grattacieli di Manhattan. La sua vita gira intorno a una cosa sola: il lavoro.

Solo l’amicizia con Sarah, l’unica collega con cui va davvero d’accordo, riesce a distrarla dalle lunghe giornate newyorkesi. Il suo carattere troppo spigoloso, infatti, non le ha consentito di circondarsi di amici nel corso del tempo… per non parlare degli uomini. Di loro è sempre meglio non fidarsi, non si dovrebbe mai abbassare la guardia.

Di certo Chris non è preparata, in una giornata come le altre, a imbattersi in Thomas, nuovo stagista alle sue dipendenze, tremendamente sexy e dannatamente disponibile a esserle amico.

Tra piccole bugie, viaggi intercontinentali e baci rubati… riuscirà Chris a trovare il suo nuovo equilibrio?

Tutta colpa del tight

Recensione Tutta colpa del tight

Christine è una donna italo-americana, si trasferisce a New York per lasciarsi alle spalle un episodio che le ha segnato la sua giovinezza. E’ una donna con un carattere particolare, ma nonostante questo carattere nasconde un lato dolce, fragile e premuroso che conosce solo la sua migliore amica Sarah.

“Si, Manhattan diventerà casa mia. Ho bisogno di lei, di immergermi nel caos, apparentemente controllato della città.”

Christine da quando si trova nel cuore della mela, non dorme mai e si dedica principalmente al suo lavoro. Tuttavia, la sua quotidianità viene stravolta dal nuovo stagista Thomas. Thomas è un ragazzo inglese con un carattere timido ma intraprendente e comunque all’apparenza è un uomo affascinante e bello.

I due sembrano andar d’accordo sin da subito, per lui vorrebbe che tutto questo fosse solo una semplice amicizia o instaurare comunque un buon rapporto di lavoro, anche se l’attrazione nei confronti di Christine è così forte da non voler altro in realtà. Christine si lascia alle spalle il passato e torna a fidarsi, ma sarà così?

Riesce ad arrivarmi dentro l’anima, mi fissa senza parlare e ho l’impressione che possa leggermi come un libro aperto: paure e sensazioni, desideri e incertezze. Mi sento vulnerabile e sono arrossito. Vorrei abbracciarla ma resisto all’istinto, poi lei distoglie lo sguardo interrompendo qualsiasi cosa stesse avvenendo tra noi.

I personaggi in Tutta colpa del Tight sono ben delineati e caratterizzanti che portano ad affezionarsi a fine libro nonostante magari qualche piccolezza che possa farvi storcere il naso.

Ho apprezzato molto come la loro storia d’amore sia sbocciata per gradi, senza aver il classico colpo di fulmini e che magicamente ci ritroviamo gli stessi personaggi ad avere una storia dritta al punto.

Abbiamo l’opportunità di osservare una storia che nasce con una tenera e fiduciosa amicizia e che sboccia prima a un’infatuazione e confermata poi a un amore dolce e forte.

Vi avevo detto che i personaggi sono ben delineati e caratterizzanti in ogni dettaglio: Christine è donna che per fuggire dai suoi problemi ricomincia da capo e il suo carattere col tempo è diventato severo, composto, rigido e indipendente creatosi nel tempo, ma in realtà nasconde un lato dolce e tenero. Questa donna avrebbe bisogno di una storia d’amore che possa colmare quel senso di vuoto e tristezza che ormai da anni l’accompagna nella sua routine che l’ha portata ad aver quel tipo di carattere.

Non è piacevole vivere intrappolati nel passato o con la paura di essere nuovamente traditi o comunque di lasciarsi andare è come vivere due vite per metà, rinnegando magari quella parte di sé che vuole essere libera da ogni pensiero. Aver visto Christine superare e aprirsi finalmente alla vita mi ha fatto apprezzare molto questo personaggio, dopo tante finalmente riesce a vivere.

Thomas è un personaggio invece l’opposto di Christine, è un ragazzo affascinante, sicuro di sé, romantico, determinato e dolce. Finalmente si scorge un personaggio maschile “alpha” come tutti i romanzi, anzi è un personaggio timido ma è sicuro e determinato.

Chi l’ha mai visto un personaggio maschile che arrossisce nei romanzi? – Nei manga, fumetti e graphic novel spesso si vedono e sono carini! – . Non tralasciamo anche i personaggi secondari, come la Sarah, la migliore amica di Christine e la nonna April, una donna fantastica.

Il suo respiro caldo, la bocca semi aperta come se stesse per dire qualcosa, ma oltre che l’aria che espira non esce niente. Mi perdo, di nuovo, dentro i suoi occhi, e navigo in sensazioni ed emozioni che non pensavo potessero esistere.

La scrittura di Silvia Calandra riesce a coinvolgere il lettore sino alla fine del romanzo e farci affezionare ai personaggi e apprezzare anche la trama che non risulta scontata ma si evolve sino alla fine del romanzo e chiedersi se ci sarà un secondo volume o uno spin-off per conoscere al meglio il personaggio di Christine.


Un ringraziamento speciale a Royal Books Edizioni per avermi omaggiata della copia digitale Tutta colpa del tight

Tutta colpa del tight

Sono Zeldaゼルダ,classe 1999, studentessa di Lingue e Culture Moderne. Amante di fumetti, manga, graphic novel. Gioco ad un po' di tutto, ma tendo a prediligere titoli retro e horror, psicologici e indie. I due titoli del cuore sono The Legend of Zelda e FFVII. Dal 2016 mi occupo di Appunti di Zelda uno spazio nerd dal punto di vista di una ragazza.