La vita è un romanzo
Libri e Fumetti

Review Party: La vita è un romanzo di Guillaume Musso

Buongiorno lettori, oggi vi parlo in anteprima dell’ultimo romanzo pubblicato dalla Nave di Teseo di Guillaume Musso, La vita è un romanzo. Esce oggi in tutte le librerie e nei store più famosi, pronti per scoprire di cosa si tratta?

La vita è un romanzo di Guillaume Musso

La vita è un romanzo
  • Titolo: La vita è un romanzo
  • Autore: Guillaume Musso
  • Editore: La Nave di Teseo
  • Pagine: 272
  • Prezzo: 18.00€
  • Data di uscita: 27 Agosto 2020
  • Link di acquisto: Qui

“Carrie, mia figlia di tre anni, è sparita mentre giocavamo a nascondino nel mio appartamento di Brooklyn.” La denuncia di Flora Conway, una famosa scrittrice nota per la sua riservatezza, sembra un enigma senza soluzione. Nonostante il clamoroso successo dei suoi libri, Flora non partecipa mai a eventi pubblici, né rilascia interviste di persona: il suo unico tramite con il mondo esterno è Fantine, la sua editrice.

La vita di Flora è avvolta dal mistero come la scomparsa della piccola Carrie. La porta dell’appartamento e le finestre erano chiuse, le telecamere del vecchio edificio di New York non mostrano alcuna intrusione, le indagini della polizia non portano a nulla.

Dall’altra parte dell’Atlantico, a Parigi, Romain Ozorski è uno scrittore dal cuore infranto. Vorrebbe che la sua vita privata fosse metodica come i romanzi che scrive di getto, invece la moglie lo sta lasciando e minaccia di portargli via l’adorato figlio Théo. Romain è l’unico che possiede la chiave per risolvere il mistero di Flora, e lei è decisa a trovarlo a tutti i costi.

La vita è un romanzo

Recensione La vita è un romanzo

« Nous ne voyons pas les choses mêmes ; nous nous bornons, le plus souvent, à lire les étiquettes collées sur elles. »*

Nella grande mela, la famosa scrittrice best selle Flora Conway gioca a nascondino con la sua vivace e graziosa figlia di tre anni, Carrie, nel nuovo appartamento acquistato a Brooklyn, ma stranamente la piccoletta scompare nel nulla. L’appartamento è ben sigillato, la porta è chiusa e la chiave e fuori dalla vista della bambina, le finestre sbarrate e Flora sa quali sono i posti che solitamente la bambina utilizza per giocare a nascondino, ma questa volta non riesce a trovarla.

Anche quando arriva la polizia con il detective Mark Rutelli, agli sgoccioli della sua carriera, non riescono a trovare la figlioletta. Carrie a distanza di sei mesi non si hanno notizie certe, Flora ormai è al limite di sopportazione per la perdita della figlioletta, non riesce a sopportare l’idea di aver perso l’unica cosa più importante della sua vita, non capisce come può aver perso la propria figlia dentro le quattro mura di casa in cui vivono. Non riesce a scrivere nonostante la sua insistente editrice Fantine la sprona a cogliere l’occasione di scrivere un nuovo romanzo per distogliersi momentaneamente da questa perdita.

«Perdere un figlio non è il tipo di sofferenza che si può vivere come una prova capace di renderti più forte una volta che l’avrai superata. È una sofferenza che ti spezza in due. E che ti lascia a terra sul campo di battaglia, senza la speranza che la tua ferita possa un giorno essere guarita.»


Mentre nella città parigina, conosciamo un altro scrittore famoso Romain Ozorski, l’uomo combattere contro la sua ex moglie che vuole portare via il suo amato figlio e già l’ha fatto in termine economici.

L’uomo cercherà di passare del tempo con il figlio Thèo, grazie allo aiuto della tata, mentre l’ex moglie è indaffarata in altre cose. Lo scrittore lascierà in pausa il suo romanzo e i suoi protagonista in stand-by.

Due scrittori che all’apparenza non hanno nulla in comune se non la scrittura, ma sta di fatto che in realtà hanno più del dovuto in comune. Due persona così vicine ma allo stesso tempo lontane.

La vita è un romanzo è un romanzo di stampo thriller psicologico, ma ci parla anche della professione di uno scrittore, delle fonti d’ispirazione come i diversi accenni di Stephen King, Agatha Christie e Alfred Hitchcock; come nascono alcuni personaggi e la vita reale di uno scrittore al di fuori dei media. Qualcuno direbbe che è stata già vista come storia, ma conosciamo veramente uno scrittore al di fuori della vita pubblica? Il consiglio più grande è quello di leggere questo meraviglioso romanzo che riesce a coinvolgere il lettore a 360° sino alla fine della storia.

“La vita è un romanzo” non è solo un romanzo. Guillaume Musso non è soltanto un autore di best seller, ma è anche un agile e meraviglioso narratore. E’ un libro che mette in riflessione la vita di un professionista al di fuori dei riflettori. Ad accompagnare questo volume ci sono le illustrazioni di Matthieu Forichon, dai toni semplici e in bianco e nero.


« Ho aperto la scatola. Conteneva una stilografica vintage
con una boccetta d’inchiostro. Un bellissimo modello Dunhill
Namiki, databile anni trenta, con un pennino d’oro e una cannetta
nera laccata, decorata con motivi giapponesi in madreperla:
una foglia dorata e un guscio d’uovo. Vicino al pennino,
fluttuavano arabeschi a forma di onde che, al livello del serbatoio,
lasciavano il posto ai rami intrecciati di un ciliegio in
fiore. I famosi sakura, simbolo della fragilità delle nostre esistenze.
Ho tolto la stilografica dalla scatola. Era un bell’oggetto –
addirittura un’autentica opera d’arte –, ma troppo datato. Mi
sono venute alla mente una Zelda Fitzgerald o una Colette intente
a scrivere con una penna del genere piluccando cioccolatini,
o più verosimilmente bevendo gin o vodka.»

Un ringraziamento speciale a La Nave di Teseo per avermi omaggiata della copia digitale La vita è un romanzo e Ylenia di Cronache di Lettrici Accanite per avermi coinvolta nell’evento.


La vita è un romanzo

*«Non vediamo le cose in sé; ci limitiamo, il più delle volte, a leggere le etichette attaccate su di esse.»

Sono Zeldaゼルダ,classe 1999, studentessa di Lingue e Culture Moderne. Amante di fumetti, manga, graphic novel. Gioco ad un po' di tutto, ma tendo a prediligere titoli retro e horror, psicologici e indie. I due titoli del cuore sono The Legend of Zelda e FFVII. Dal 2016 mi occupo di Appunti di Zelda uno spazio nerd dal punto di vista di una ragazza.