Libri e Fumetti

Recensione Innamorati a Parigi di Philippe Delerm

«Faceva caldo, ma la sera arrivava presto, un una luce di tisana che avevo tutto il tempo di assaporare»

Ed è proprio da questa fotografia che tutto ha inizio.

34doisneau.tif


Un bianco e nero sbiadito; L’eternità di un’attimo d’amore rubato.
La celebre fotografia di Doisneau, scattata nel 1950, ritrae due giovani innamorati che si scambiano un bacio tra le vie affollate di Parigi. Lei Francoise, lui Jacques. Lui tiene una sigaretta nella mano sinistra; non l’ha gettata via al momento del bacio, eppure si nota che è già consumata. Dall’abbraccio si capisce che è lui che ha in mano la situazione : vuole consumare quel bacio nello stesso modo in cui ha consumato la sigaretta; vuole tutto : fumare, baciare e sedurre. Il giovane mostra un atteggiamento disinvolto, mentre lei, con la testa leggermente inclinata all’indietro, si abbandona alla passione del momento.

«L’amore colto al volo su un marciapiede, la giovinezza insolente su uno sfondo di grigiore quotidiano , ovviamente parigino…Ma nella mano sinistra del ragazzo cera la sigaretta , che lui non aveva gettato via al momento del bacio. Eppure sembrava quasi consumata. Si sentiva che aveva tempo, che comandava lui.Voleva tutto, baciare e fumare, provocare e sedurre. Il modo in cui la sciarpa s’infilava nella camicia aperta tradiva la soddisfazione di sé, la disinvoltura ostentata. Era giovane»

Il romanzo si basa proprio su questa foto , magia e nostalgico di una fotografia e un legame con i genitori e la famiglia.

Il viaggio nel tempo parte da una una vecchia foto in bianco e nero lasciata in un vecchio album fotografico e raffigura il bacio di Doisneau

. Lasciata dai genitori , come se fossero loro i soggetti ritratti, al fine di far credere al proprio figlio di essere loro i due giovani innamorati che si baciano appassionatamente nei pressi dell’ Hotel de Ville di Parigi agli inizi degli anni Cinquanta. Quella foto in fondo , rappresenta un ritratto dell’epoca , nella quale ogni ragazzino/a parigino/a si medesima in essa, in questo caso i genitori di Francois. Così con quella fotografia in Francois riaffiorano mille ricordi come memoria di colori, i profumi, le sonorità di quegli anni. Infatti , comincerà un viaggio Risultati immagini per Dinky Toysnei lontani ricordi come infanzia , la vita dei suoi genitori ma in modo particolare il legame con le proprie origini.

L’unica cosa che non ho gradito sono state le tre lunghe e infinite pagine sulle Dinky Toys, nulla da togliere ad esse , ma credo che abbia esagerato.

Sono Zeldaゼルダ,classe 1999, studentessa di Lingue e Culture Moderne. Amante di fumetti, manga, graphic novel. Gioco ad un po' di tutto, ma tendo a prediligere titoli retro e horror, psicologici e indie. I due titoli del cuore sono The Legend of Zelda e FFVII. Dal 2016 mi occupo di Appunti di Zelda uno spazio nerd dal punto di vista di una ragazza.