Mostre sul Giappone da non perdere

Mostre sul Giappone in Italia, ecco gli appuntamenti da non perdere.

Giapponismo. Venti d’Oriente nell’arte europea.

Fino al 26 gennaio 2020, potrai ritrovare l’influenza giapponese che hanno affascinato l’Europa dell’Art Noveau.

La mostra in quattro macro aree:

Tra immagini e immaginazione, il racconto delle 4 sezioni affianca opere originali di artisti giapponesi a opere di artisti europei che hanno subito l’influenza dell’arte del Sol Levante dando vita alla corrente che chiamiamo Giapponesismo o Giapponismo.

Approfondirci qui GIAPPONISMO. VENTI D’ORIENTE NELL’ARTE EUROPEA.

Il Giappone protagoniste al Mudec – Milano

Due mostre incentrate sulla storia dei rapporti tra Italia e Giappone sono le protagoniste del MUDEC, il Museo delle Culture fino al 2 febbraio.

Impressioni d’Oriente. Arte e collezionismo tra Europa e Giappone

è dotata di un percorso espositivo di ben 170 opere, tra dipinti, arredamento, stampe, sculture e altri oggetti di arte applicata, provenienti da musei europei e da collezionisti privati.

Quando il Giappone scoprì l’Italia. Storie di incontri (1585 – 1890) 

racconterà invece le relazioni tra Italia e Giappone nel corso del tempo, dai primi rapporti tra le due culture tramite i missionari Gesuiti,

nel XVI e nel XVII secolo, prima che il Giappone adottasse una politica di isolamento (chiamata “sakoku”) tra il 1641 e il 1853.

Verrà inoltre messo in evidenza il ruolo del conte Giovanni Battista Lucini Passalacqua, che dedicò la sua vita all’arricchimento della sua collezione giapponese (ora appartenente proprio al MUDEC). L’ingresso a questa mostra è gratuito.

Giappone, terra di geisha e samurai: la mostra alla Villa Reale

Dal 30 gennaio al 2 giugno, il Giappone sarà ospite alla Villa Reale di Monza.

L’esposizione si concentra per isole tematiche, approfondendo numerosi aspetti relativi ai costumi e alle attività tradizionali del popolo giapponese.

Vi saranno esposti dei kimono dalla Collezione Manavello, alcuni posti tra le sale, altri esposti in un unico salone per dar maggiore valore a queste meraviglie.

Ultima sezione della mostra, poi, è dedicata al rapporto tra i giapponesi e la natura, che nello Shintoismo, la dottrina filosofica e religiosa autoctona dell’arcipelago, è espressione della divinità.

mostre

Hokusai Hiroshige Hasui – Viaggio nel Giappone che cambia

Fino al 16 febbraio 2020, la Pinacoteca Agnelli di Torino ospita la mostra Hokusai Hiroshige Hasui. Viaggio nel Giappone che cambia.

Saranno esposte le opere di due grandi Maestri del “Mondo Fluttuante” dell’Ottocento, Katsushika Hokusai e Utagawa Hiroshige, insieme alle stampe moderne di Kawase Hasui, esponente del movimento shin hanga (“nuove stampe”),

Mostre

che portò avanti i temi e le tecniche delle silografie policrome anche nelle epoche Meiji (1868-1912), Taisho (1912-1926) e parte della Showa, fino a metà degli anni Cinquanta del Novecento quando venne nominato “Tesoro nazionale vivente”.

Pubblicato da Appunti di Zelda

Nata alla fine degli anni novanta nel mese dove la primavera è nel suo massimo splendore. Mi nutro di letteratura orientale e adoro leggere graphic novel. Amo passare il mio tempo nei musei,librerie e mostre. Aspiro a diventare una brava fotografa e una giornalista. Scrivo per Appunti di Zelda, il mio piccolo angolo dove parlo di viaggi, eventi e cultura.