Libri e interviste

Recensione: L’Entità – Dylan Dog 407

Oggi recensione del nuovo albo L’Entità – Dylan Dog 407

Dylan Dog 407 – L’Entità

Dylan Dog 407
Dylan Dog 407
  • Titolo: Dylan Dog 407 – L’Entità
  • Autore: Barbara Baraldi (testi), Corrado Roi (disegni), Gigi Cavenago (copertina)
  • Editore: Sergio Bonelli Editore
  • Genere: Horror/Thriller/Fantascienza
  • Formato Copertina : Flessibile
  • Pagine: 98 pagine
  • Uscita: 30/07/2020
  • Prezzo: 3.90€
  • Link di acquisto: Qui

A suonare il campanello di Craven Road 7, per chiedere aiuto a Dylan, si presenta la bellissima Berenice. La ragazza è perseguitata da una misteriosa quanto mortale presenza che, da anni, impedisce che qualsiasi uomo le si avvicini intimamente… E con il passare del tempo la situazione si fa sempre più drammatica, perché Berenice teme addirittura che la terribile Entità voglia spingersi perfino a possederla.

Recensione Dylan Dog – L’Entità

Dylan Dog – L’Entità sembrerebbe una storia a sè dopo la conclusione del ciclo 666, concluso lo scorso mese con “L’ultima risata”. Questa è la mia prima recensione dedicata all’Investigatore dell’Incubo. Sono sempre stata affascinata da Dylan Dog e di tutte le storie e eventi che coinvolgono questo personaggio toccando diversi argomenti e temi ad ogni uscita e ciclo. Ma vediamo di quale albo si tratta questa volta.

Dylan Dog n. 407: L'entità by Barbara Baraldi
Dylan Dog 407

Un nuovo caso per Dylan Dog si affaccia al suo studio, dove una cliente dal nome Berenice Moon ha appena finito di raccontare l’incubo che ha vissuto, la morte del suo primo uomo ad opera di un’identità misteriosa. E’ un’identità che sembra tormentarla ed uccidere tutti coloro che le si avvicinano in modo intimamente.. la richiesta di Bernice è quella di diventare la sua prima volta.

Il tenebroso investigatore non ci crede e si becca la porta in faccia della signorina Berenice Moon – il nome della ragazza ricorda molto la storia di Edgar Allan Poe del 1835, il racconto si focalizza sulla dentatura della giovane ragazza -, presto dovrà ricredere sulle parole della ragazza.

La strana creatura demoniaca che tormenta Berenice si fa sempre più viva, rendendola partecipe di brutali incidenti, fino a quando lo stesso Dylan Dog avrà modo di assistere a una scena sanguinosa e macabra, qui conosciamo l’Angelok e la sua storia.

L’albo si conclude con la vittoria del protagonista e la liberazione dell’entità dentro Berenice.

Dylan Dog 407, L'entità, la recensione

Dylan Dog – L’Entità ha molti spunti e omaggi come quelli de L’Esorcista a Cannibal Holocaust, passando per Dario Argento. Per quanto riguarda le tavole invece prevale il tratto scuro, evocativo, instancabile e inarrestabile di Corrado Roi. Mentre ho amato la sceneggiature di Barbara Baraldi, conosciuta già per altre sceneggiature di Dylan Dog, è una scrittrice di thriller e horror. Per concludere parliamo della copertina molto esoterica di Gigi Cavenago, con Groucho a fianco di Dylan Dog. La triplice luna rimanda al simbolismo triadico del ciclo lunare o ai culti di Ecate o comunque riferimenti al mondo oscuro e alla magia nera, espressi in modo chiaro e conciso all’interno dell’albo.

Questo simbolo appare anche alla conclusione dell’albo dove le due lune laterali sono invertite.

“…Berenice contiene dentro di sé la tensione dell’universo.Bene e male, vita e morte, creazione e distruzione.Se si unirà con suo padre, il mondo precipiterà nelle tenebre!”

Nella copertina il ciclo lunare viene rappresentato con la struttura normale (crescente-piena-calante, senza la presenza della luna nera), nell’ultima parte viene presentata in modo invertita (calante-piena-crescente), come appare nel libro esoterico che Dylan Dog consulta a inizio albo.

In basso, troviamo il demone e la fanciulla in una natura contaminata che tentano il peccato di Eva, solo che in questo caso non troviamo un serpente ma un diavolo che mostra la strada giusta. Nell’albo vi sono molti riferimenti a film horror degli anni 70-80 e omaggio ai Fantômas di Mike Patton dal nome Spider Baby. Un albo che ha colpito molto le mie aspettative.

Non perdetevi il nuovo volume in uscita il 29 agosto dal titolo Scrutando nell’Abisso.

Non dimenticare di seguirmi su La locanda di Ryoma o entra a far parte della community Love Crumbs, è una community chill nata con lo scopo di fare nuove amicizie, passare del tempo assieme e magari trovare la vostra anima gemella!

Heinz Beck diceva che la cucina non è mangiare. È molto, molto di più. Cucina è poesia. Per me la cucina è ben oltre le apparenze, è un gesto d'amore e così nascono le mie ricette insieme a tutte le foto correlate. Sono Zelda e dal 2013 gestisco il blog chiamato Appunti di Zelda. Scrivo di ricette, libri e di viaggi con occhio principalmente legato ai piatti e tipici locali di ogni luogo che visito. Sono anche un'amante della birra e bevo troppi caffè e infusi, oltre a curiosare tra scatti e studiare diverse tipologie di cucine.