Il Ritorno Del Pirata
Libri e Fumetti

Review Party: La nave degli schiavi – La Saga dei Pirati #2 di James L. Nelson

Ben ritornati ciurmaglia! Oggi vi parlo del secondo libro (Qui trovate la recensione del primo volume) della trilogia de “La Saga dei Pirati – La nave degli schiavi di James L. Nelson. Uscito il 4 agosto e edito da Oscar Mondadori. Pronti per questa nuovissima avventura/recensione?

La nave degli schiavi – La Saga dei Pirati di James L. Nelson

La nave degli schiavi
  • Titolo: La nave degli schiavi – La Saga dei Pirati
  • Autore: James L. Nelson
  • Genere: Avventura, pirati, storico
  • Editore: Mondadori – Oscar Bestseller Historica
  • Serie: Trilogia Completa
  • Pagine: 1020 pp
  • Prezzo: 11,99 € edizione digitale – 22,00 € edizione cartacea
  • Data di pubblicazione: 4 Agosto 2020
  • Link di acquisto: Qui

Virginia, 1701. È questo il luogo ideale per il ricco Thomas Marlowe, desideroso di lasciarsi il passato alle spalle e insediarsi nella buona società locale, composta soprattutto di latifondisti e coltivatori di tabacco. A tal fine acquista, pagando in contanti con cinquemila sterline d’oro e d’argento, la piantagione della vedova Tinling.

Ma la vita di terra non fa per lui e il suo non può essere un tranquillo e buon ritiro: con l’aiuto di un manipolo di fedeli compagni rimette in sesto la Plymouth Prize, un decrepito vascello, e con essa inizia una vittoriosa guerra contro i pirati. Ma se Marlowe riesce a sconfiggere con facilità i Fratelli della costa è perché li conosce bene.

Bene come solo uno di loro potrebbe. Anch’egli, infatti, un tempo era un bucaniere, ma ora ha deciso di dimenticare quel passato.

Solo che, a volte, è il passato che non vuole farsi dimenticare. Incapace di resistere al richiamo del mare e dell’avventura, Marlowe si troverà così nuovamente a solcare gli oceani, ancora una volta trascinato nella lotta per proteggere, con audacia e astuzia, quanto di più prezioso possiede, nella resa dei conti con amici e nemici della vita di un tempo impossibile da ignorare.

Recensione La nave degli schiavi

Dove ci siamo lasciati? Ah, ricordo! Abbiamo conosciuto  Thomas Marlowe, ex pirata che ora divenuto un signorotto di una proprietà di piantagioni di tabacco dalla vedova Tinling. Nel mentre ha sposato la bellissima Elizabeth e ha sistemato e ultimato la sua nave l’Elizabeth Galley.

Nel frattempo Re Carlo è morto, non avendo eredi, verrà incaricato il nipote Filippo, erede di Luigi xvi, unendo Francia e Spagna dando vita al regno dei Borboni. Questo porterà a un guerra dove Marlowe verrà chiamato alle armi e quale occasione per poter fuggire dalla vita normale?

“Perché sono qui? Per scoprire dov’è andata. Per assicurarla alla giustizia, per contribuire ad arrestare il diffondersi del flagello… Bugiardo, bugiardo, bugiardo. Vigliacco.”Posò con cautela il piede sul primo scalino senza farlo scricchiolare. I suoi passi non facevano rumore sulla lussuosa passatoia che copriva la scala. Salì un gradino dopo l’altro, eccitato e al contempo atterrito, pieno di odio per se stesso. La tempesta gli martoriava il cervello.

Sappiamo benissimo che sul più bello il colpo di scena deve arrivare e arriva in modo inaspettato e dalla reazione “cosa succede?”. Beh, torna nuovamente il personaggio liberato da Marlowe nel capitolo precedente: l’ex schiavo e prepara la morte certa dopo aver ucciso un comandante bianco.

Il nuovo capitolo è ricco di avventura, colpi di scena e nuovi personaggi che hanno portato quel tocco di extra a una narrazione partita lenta, ma si è ripresa velocemente fortunatamente. Nelson riesce a descrivere il contesto storico alla perfezione e dettagliata, cosa molto apprezzata per chi come me è amante alla follia dei romanzi storici o comunque che fanno riferimento al contesto storico. Non perdetevi l’ultimo appuntamento del 21 settembre!

Un ringraziamento speciale a Oscar Vault per avermi omaggiata della copia digitale La nave degli schiavi e Beezus Erased di Io Resto Qui A Leggere per avermi coinvolta nell’evento.


La nave degli schiavi

Sono Zeldaゼルダ,classe 1999, studentessa di Lingue e Culture Moderne. Amante di fumetti, manga, graphic novel. Gioco ad un po' di tutto, ma tendo a prediligere titoli retro e horror, psicologici e indie. I due titoli del cuore sono The Legend of Zelda e FFVII. Dal 2016 mi occupo di Appunti di Zelda uno spazio nerd dal punto di vista di una ragazza.