la grazia dei re
Libri e Fumetti

Review Party: La grazia dei Re di Ken Liu

Benvenuti nel Review Party de La Grazia dei Re di Ken Liu edito dalla Oscar Mondadori uscito il 19 maggio. La Grazia dei Re fa parte del primo capitolo della trilogia de la Dinastia del dente di leone, composta da due parti. L’opera al momento ha vinto i prestigiosi premi Hugo, Nebula e World Fantasy. Ken Liu è l’autore dell’antologia del capitolo de Star Wars: Le leggende di Luke Skywalker che appunto ha celebrato i 40 anni di Star Wars.

Ken Liu, conferma questa illustrazione per rappresentare una scena de La Grazia dei Re  Illustration by Francesca Myman

In alcune interviste l’autore ha confermato che La Grazia dei Re, farebbe parte del genere “silkpunk”, tra il fantasy e la fantascienza.

Se lo Steampunk abbiamo elementi come dal cromo, al vetro e al vapore, e il Cyberpunk alla cibernetica, il Silkpunk è basato sugli elementi organici e sulla biomeccanica: le macchine sono fatte di bamboo, seta, carta, noce di cocco e pelle; sono alimentati da vento, acqua, elio, tendini e muscoli di bue; i movimenti degli impianti sono ispirati agli animali. In The Grace of Kings, primo libro della trilogia, è spiegato che il meccanismo di galleggiamento delle aeronavi è modellato sulla vescica natatoria dei pesci. Un linguaggio originale, fantasioso, non privo di legami con la Storia.

Qui un estratto di un’intervista dove ne parla:

‹‹Volevo usare un nuovo linguaggio per fornire una prospettiva nuova sulla politica, sulla Storia, e raccontare una storia di cambiamento, ribellione e rivoluzione. Volevo suggerire che le teorie tecnologiche potessero applicarsi a realtà che normalmente non percepiamo come tecnologiche: come la tassazione, l’apparato burocratico e le tattiche militari.››

Recensione La grazia dei Re

Nelle prime pagine veniamo a conoscenza dell’arcipelago di Dara, una ricca terra di culture diverse tra di loro e formata da tanti piccoli staterelli e territori, uni e governati dall’Imperatore Mapidéré, che anni prima aveva preso la decisione di far riunire tuti i regni sotto il suo comando. Ma dopo circa ventitré anni, tuttavia, l’Impero di Xana mostra segni di debolezza. Mapidéré è sul letto di morte, i suoi consiglieri e persino gli dei cercano di cospirare e complottare per i propri interessi.

IL DENTE DI LEONE E IL CRISANTEMO

Poi veniamo a conoscenza di Kumi è un ottimo stratega, Mata un abile condottiero, due amici, fratelli e insieme si troveranno a diventare nemici all’interno della stessa guerra. Kuni vuole rivoluzionare l’impero con la sua ribellione, Mata vuole far ritornare l’ordine precedente in modo da far onore ai sovrani spodestati in precedenza.


Se analizziamo Kumi e Mata, vengono rappresentati da una metafora floreale, che spesso ritorna costantemente nel romanzo da un filo conduttore, destinate a incrociarsi in più occassioni. Kumi pur essendo un ottimo stratega come già citato, è fragile e umile come il dento di leone; Mata abile condottiero è uno splendido crisantemo, fiore nobile, che è raffigurato anche nello stemma della sua casata.

Pareri sulla struttura del romanzo

Ammetto che sei cento pagine per il primo volume sono troppe, nonostante l’autore riesca a realizzare brevi periodi per facilitare la lettura, a mio modo non mi ha dato una buona prima impressione di quanto mi aspettassi. Ho apprezzato che l’autore ha rilevato di essersi ispirato al reale conflitto che ha coinvolto la dinastia Han nel II secolo d.C, una parte di storia molto interessante.

Nel complesso il romanzo mi è piaciuto, sicuramente la prima parte del romanzo è un po’ lenta ma nella seconda, finalmente abbiamo la vera storia che parte bene e coinvolge il lettore. Non mi resta altro che aspettare come finirà la storia.

Cosa ne pensate voi? Avete letto questa libro?

Non dimenticare di scoprire le altre tappe del Review Party

Leggi anche la mia tappa del Blog Tour: La Grazie dei Re, Chi è Ken Liu?


Un ringraziamento speciale a Oscar Mondadori per avermi omaggiata della copia digitale.

Iscriviti per non perdere la newsletter di fine mese.

Non perderti gli altri articoli usciti questa settimana sul blog:

Sono Zeldaゼルダ,classe 1999, studentessa di Lingue e Culture Moderne. Amante di fumetti, manga, graphic novel. Gioco ad un po' di tutto, ma tendo a prediligere titoli retro e horror, psicologici e indie. I due titoli del cuore sono The Legend of Zelda e FFVII. Dal 2016 mi occupo di Appunti di Zelda uno spazio nerd dal punto di vista di una ragazza.