Il blu è un colore caldo
Rainbow World,  Libri e Fumetti

Il blu è un colore caldo di Julie Maroh – Recensione

Il blu è diventato un colore caldo.

Il blu è un colore caldo – Recensione

Il blu è un colore caldo narra le vicende di una storia d’amore tra Emma e Clementine. La storia si apre con Emma che legge i diari di Clémentine, detta Clem, sua compagna di vita scomparsa a causa di una malattia grave. Clem è una quindicenne che frequenta il liceo e un ragazzo innamorato follemente di lei.

Il blu è un colore caldo

Un giorno, tuttavia, prima di raggiungere il posto dell’appuntamento, incrocia lo sguardo di una ragazza la cui chioma blu emerge fra la folla: si tratta di Emma. Lo sguardo sfuggito tra le due ragazze fa scattare qualcosa a Clem e inizia a fantasticare su di lei, ma allo stesso tempo il sol pensiero la tormenta decisamente.

Le due cominciano a frequentarsi col passare dei mesi e nasce una tenera storia d’amore. Clémentine dovrà subirsi una società da una menta ancora chiusa verso l’amore omossessuale, cominciando dai suoi genitori e dai suoi amici e dal bullismo. Dovrà affrontare anche le sue paure, i dubbi e una storia d’amore non facile.

Il blu è un colore caldo

Il blu è un colore caldo è una storia di formazione e di un amore particolare, ma due elementi la contraddistinguono. 

Nel primo caso abbiamo le vicende narrate in modo naturale da parte dell’autrice e la seconda invece, è quella di essere una storia talmente reale da permetterci di immedesimarsi negli stessi personaggi.

Un altro punto è quello della tematica LGBT. Partiamo dalla stessa Clémentine con i suoi i dubbi, le sue perplessità, le sue parole, l’accettazione di sé stessi, il rapporto con gli amici e con i genitori, sono tematiche centrali. 

Clem, di orribile c’è la gente che si uccide per il petrolio e compie genocidi. Non il voler dare amore ad una persona. La cosa davvero orribile è che ti insegnino che è sbagliato innamorarsi di una persona solo perché è del tuo stesso sesso.

Il blu è un colore caldo mostra, dunque, quanto sia difficile ancora oggi poter amare una persona per quello che è senza pregiudizi e subire bullismo solo perché si ama una persona dello stesso sesso. Ma soprattutto, quanto sia difficile per una ragazza poter accettarsi e vivere liberamente la propria storia.

Ne fa leva la stessa storia con la sua semplicità, fa si che queste tematiche risaltano senza distogliere l’attenzione del lettore, mostrandola nella loro nudità senza scendere eccessivamente nel voyerismo.

Il blu è un colore caldo

Quanto riguarda i designi ricade sulla scelta cartoonesca che ben delinea i tratti dei personaggi e delle ambientazioni, tali da soddisfare l’esigenza di ogni lettore.

C’è l’uso del colore nelle parti del presente e la tonalità seppia in quelle dei ricordi che tolgono l’attenzione da una carenza di tecnica dell’artista, il tratto è perlopiù sporco e mal rifinito, nelle fisionomie e nelle proporzioni anche per gli ambienti, facendo apparire il tutto come un bozzetto incompleto, con piccole imperfezioni soprattutto nell’uso della prospettiva.

Maroh risalta in modo naturale i suoi personaggi mettendoli spesso al centro della scena, a volte tralasciando anche gli ambienti circostanti. Il blu è un colore caldo coglie la storia delle due giovani mostrando al meglio le loro emozioni e la loro gestualità, limitandosi a coinvolgere tutto il resto.

– Hai mai avuto vergogna di essere così?
– Solo l’amore può salvare questo mondo. Perché dovrei vergognarmi di amare?


Il blu è naturalmente un colore fondamentale, ed è l’unico presente nelle tavole ambientate nel passato, in cui la capigliatura di Emma spicca al massimo ed è il solo colore vivo fra le tonalità di grigio predominante. Nel presente, invece, dove la donna sfoggia la sua chioma bionda, l’autrice opta per le tavole a colori utilizzando delle tonalità molto opache.

In conclusione, Il blu è un colore caldo è una graphic novel che affronta diverse tematiche come l’ultimo anno prima della maturità, le amicizie, il coming out con se stessi, timori, delusioni, speranza e anche sogni che si infrangono.

Una crescita particolare dall’adolescenza all’età adulta attraverso l’amore immenso che Clémentine prova per Emma. Emma, al contrario rimane colpita da Clémentine ma allo stesso tempo teme di perderla perché un giorno possa scegliere un uomo, piuttosto lei stessa.

Il blu è un colore caldo

Quel blu dei capelli di Emma trasmette a Clémentine, è un continuo rimando di sogni e sensazioni, un amore genuino fuori dal comune. Il blu non è solo un colore o un amore, è una ricerca verso nuove opportunità, un filo conduttore che unisce Clémentine ed Emma.

Sapevi che Il blu è un colore caldo ne hanno tratto un film dal nome “La vita di Adele”?

Puoi acquistare questa graphic novel, qui.

Leggi anche Up All Night

Sono Zeldaゼルダ,classe 1999, studentessa di Lingue e Culture Moderne. Amante di fumetti, manga, graphic novel. Gioco ad un po' di tutto, ma tendo a prediligere titoli retro e horror, psicologici e indie. I due titoli del cuore sono The Legend of Zelda e FFVII. Dal 2016 mi occupo di Appunti di Zelda uno spazio nerd dal punto di vista di una ragazza.