Libri e Fumetti

Recensione Heartbeat di Maria Llovet

Ben ritornati lettori, oggi vi parlerò di una nuova storia di Maria Llovet Heartbeat edito da BD.

In questa nuova graphic novel ci viene narrata una storia diversa da Insecto.

Eva è una giovane ragazza con una madre poco presente, frequenta una scuola cattolica di alto prestigio grazie a una borsa di studio ed è vittima di bullismo per le sue origini umili.

La vita di Eva vedrà cambiare come la sua propria esistenza dopo aver assistito ad un omicidio: una sera, infatti, vede uno dei ragazzi più popolari della scuola, Donatien, uccidere la compagna e amica d’infanzia di Eva.

Donatien beve anche il suo sangue, direttamente dal cuore esportato direttamente dalla vittima.

Heartbeat

La ragazza spaventata, scatta una foto con il cellulare prima di fuggire, ma non denuncerà mai il ragazzo.

Presto Eva si imbatte in una relazione torbida, macabra e oscura con Donatien, nonostante l’opposizione di Mackenzie, fratello della defunta amica e a sua volta amico d’infanzia della stessa ragazza.

Anche questa volta il tratto di Maria Llovet come in Insecto unisce due stili quali le linee chiare del manga e da Guido Crepax all’animazione.

I colori sono netti e freddi; spesso le vignette hanno spesso le atmosfere sono cupe ma sensuali, con scene macabre e forti.

E’ un genere sicuramente per gli amanti dell’horror e dello splatter.


Vi ho parlato di Heartbeat di Maria Llovet

Heartbeat
  • Pagine: 160 pagine, cartonato, bianco e nero, 15 €
  • ISBN: 9788868837723
  • Genere: SentimentaleDark
  • Editore: Edizioni BD
  • Trama: Nella scuola dove viene costantemente tormentata per le sue origini umili, Eva assiste a una scena terrificante: Donatien, il ragazzo più popolare, che beve sangue dal corpo senza vita di una compagna di classe. In cerca di una via di fuga dal suo inferno quotidiano, Eva resta affascinata dal macabro rituale e, invece di smascherare l’assassino, si lega a lui in un rapporto torbido e pericoloso.

Subscribe to our newsletter!

Sono Zeldaゼルダ,classe 1999, studentessa di Lingue e Culture Moderne. Amante di fumetti, manga, graphic novel. Gioco ad un po' di tutto, ma tendo a prediligere titoli retro e horror, psicologici e indie. I due titoli del cuore sono The Legend of Zelda e FFVII. Dal 2016 mi occupo di Appunti di Zelda uno spazio nerd dal punto di vista di una ragazza.