Guida galattica per Golosaria Milano. Info e consigli utili

Sabato ho avuto l’occasione di partecipare alla mia primissima fiera Golosaria, che per questa diciassettesima edizione il tema principale è stato “Il Gusto della distinzione”. Colgo l’occasione per poter parlare della mia esperienza e darti qualche consiglio per partecipare il prossimo anno come operatore, appassionato o, se come me sei blogger del settore. E’ un ottima occasione per dare visibilità a tantissime realtà italiane che espongono i loro prodotti in tutta la loro bellezza. Nell’articolo potrai trovare un resoconto della fiera e consigli per eventi del genere.

Golosaria: Vestiti comodo e cose da non dimenticare

Regola fondamentale per ogni fiera è vestirsi comodi, scarpe utili per lunghe camminate, un budget e borsa con il minimo indispensabile.

Questo perché durante la giornata vi capiterà di adocchiare tantissimi stand di cui vi interesserà moltissimo il prodotto e spesso tra opuscoli e cataloghi a fine giornata sarete pieni. Quindi altro strumento super importante: la borsa in tela! Se siete alle prime armi vi sconsiglio di portare la macchina fotografica, ma piuttosto utilizzate quella del telefono soprattutto se volete creare dei contenuti digitali sui social. Questo perché avrete modo di studiarvi bene l’ambiente così da poter strutturare al massimo il prossimo anno per creare un bel reportage ricco e dettagliato.

Dunque cose da non dimenticare nella borsa e/o zaino: borracci di acqua fresca, caricatore portatile, blocco di appunti, biglietti da visita, portafoglio e mail a portata di mano per salvarsi tutto all’istante.

Consulta sempre il programma e gli espositori, in questo modo arriverai sicurə di poter vivere appieno la fiera. In questo caso prenditi due giorni di cui uno seguendo determinati show-cooking e il wine tasting con giro a espositori e infine lascia il secondo giorno per gli eventi di agorà e magari un ripasso agli espositori per ulteriori contatti e qualche informazione utile per conoscere meglio la realtà.

Infine se alcuni progetti ti hanno colpito è tempo di inviare un email all’azienda o ente che ti ha particolarmente colpito. Se hai anche il nome del responsabile e/o operatore dello stand citalo, così da non finire nelle migliaia email che ricevono ogni giorno.

Le mie considerazioni finali sono molto positive su Golosaria, peccato che in un solo giorno è difficile poter seguire tutto insieme, bisogna organizzarsi bene la giornata per riuscire a seguire, vedere e provare tutto! Ma sicuramente è un ottima occasione per conoscere aziende e realtà italiane, oltre a testare prodotti molto interessanti.


E voi siete mai stati a Golosaria? Fatemi sapere cosa ne pensate nei commenti. Scopri la rubrica LocaliDove Mangiare e Ti Parlo di Genova, seguimi sulla pagina Facebook per essere aggiornati su tutte le novità della pagina o in alternativa puoi trovarmi su Instagram e Twitter.

Heinz Beck diceva che la cucina non è mangiare. È molto, molto di più. Cucina è poesia. Per me la cucina è ben oltre le apparenze, è un gesto d'amore e così nascono le mie ricette insieme a tutte le foto correlate. Sono Zelda e dal 2013 gestisco il blog chiamato Appunti di Zelda. Scrivo di ricette, libri e di viaggi con occhio principalmente legato ai piatti e tipici locali di ogni luogo che visito. Sono anche un'amante della birra e bevo troppi caffè e infusi, oltre a curiosare tra scatti e studiare diverse tipologie di cucine.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.