Fuga a Torino: un fine settimana all’insegna di arte, cultura e cinema

Torino offre tantissime attrazioni e luoghi suggestivi tanto da farmi innamorare di questa città e per questo vi sto scrivendo di una fuga a Torino. L’area urbana torinese, si sviluppa in unica aria soprattutto se siete interessati a osservare i suoi palazzi, i musei, le piazze e i suoi scorci, questa è la piccola guida che fa al caso vostro.

Fuga a Torino: un fine settimana all’insegna di arte, cultura e cinema

Per spostarvi tramite mezzi acquistate il Biglietto Speciale da 3 giorni al costo di 10€. Comincia con la Piazza San Carlo, soprannominata dai torinesi come “il salotto della città”. Troverai anche il monumento a Emanuele Filiberto di Savoia, poi prosegui al Museo Egizio. Sapevi che il Museo Egizio è il più antico museo del mondo dedicato interamente alla cultura egizia, dopo il Cairo? Ci sono ancora tanti pezzi ancora in fase di studio.

Fuga a Torino: un fine settimana all’insegna di arte, cultura e cinema

Da Piazza Carignano, si prosegue fino a raggiungere Piazza Castello, la piazza rettangolare che ospita Palazzo Madama fu chiamato così perché fu abitato da Madama Cristina di Borbone-Francia, detta la “prima Madama Reale”, poi da Maria Giovanna Battista di Savoia, detta la “seconda Madama Reale”. e Palazzo Reale. Il Palazzo reale era sede della dinastia Sabauda, oggi invece è aperta al pubblico con i suoi bellissimi Giardini Reali con vista Mole Antonelliana. Il Parco del Valentino invece è ideale per una passeggiata o un picnic, trovare dei scoiattoli o visitare anche il Borgo Medievale.

Il Borgo Medievale nel Parco del Valentino

Il borgo e la rocca medievale di Torino è una di quelle attrazioni più apprezzate quando si visita il capoluogo del Piemonte. Questo Borgo Medievale sorge sulle rive del Po, ma fu costruito tra 1882 e il 1884, in occasione dell’Esposizione Generale Italiana. Durante l’esposizione ci furono diverse botteghe di artigiani: il vasaio, il falegname, il fabbro, la tessitrice e prodotti artigianali in vendita. Questo piccolo borgo fu a rischio di demolizione a fine esposizione, ma fu un grande successo che scampò alla scomparsa diventando così museo civico. La rocca e i giardini sono a pagamento.

Museo Egizio

Il Museo Egizio sorge nel palazzo barocco nel centro di Torino. Fondato nel 1824, custodisce una collazione di oltre 40.000 reperti, di cui 3.300 esposti secondo un criterio cronologico che va dal 4900 a.C. al 750 d.C. All’interno del museo si trovano esposte anche delle mummie, ma ogni piano riserva un periodo partendo dal primo piano in cui si trova la storia del museo, a seguire troviamo in ogni sala un’epoca e si conclude con la galleria dei Re, l’iconica sala che regala emozioni particolari. In modo particolare si ama questo periodo storico.

Museo del cinema e Mole Antonelliana

Sapevi che Torino è la prima città italiana del cinema? Ricorda una piccola Hollywood, ma versione tutta italiana. Se ami il cinema sicuramente una è una tappa da non perdere, visto che è il tempio indiscusso per chi è cinèfilo! Questa chicca nasce nel 1941, la studiosa di storia e di cinema, insieme al contributo e sostegno regista Giovanni Pastrone e del giornalista Francesco Pasinetti, riuscì ad ottenere i primi finanziamenti per acquistare i primi cimeli e documenti per il museo.

Oltre al visitare il museo, osserva dalla mole Torino. La mole è stata progettata nel 1862 dall’ingegnere Alessandro Antonelli, inizialmente doveva essere una sinagoga pubblica, quindi il Comune si occupò dei fondi e fu terminata nel 1889, con la sua altezza di m 167,5 si confermò l’edificio in muratura più alto d’Europa fino al 1953. Oggi simbolo di Torino, rimane il più alto in Italia ed è presente sulla moneta da 2 centesimi.

Fuga a Torino: un fine settimana all’insegna di arte, cultura e cinema

DARIO ARGENTO – THE EXHIBIT

Se amanti e fan del regista, sceneggiatore e produttore Dario Argento, in questo periodo c’è una bellissima mostra dedicata ad esso. Curata da Domenico De Gaetano e Marcello Garofalo, è un percorso cronologico in cui possiamo approfondire tutte le sue opere thriller e horror, dagli esordi de L’uccello dalle piume di cristallo (1970) al suo ultimo lavoro Occhiali neri (2022), recentemente presentato al Festival del Cinema di Berlino nella sezione Special Gala.

La nostra mini guida sulla Fuga a Torino, termina qui. Non perderti l’articolo su musei e nei prossimi giorni e scopri la rubrica Dove Mangiare, non perdere gli aggiornamenti anche su Instagram.

Heinz Beck diceva che la cucina non è mangiare. È molto, molto di più. Cucina è poesia. Per me la cucina è ben oltre le apparenze, è un gesto d'amore e così nascono le mie ricette insieme a tutte le foto correlate. Sono Zelda e dal 2013 gestisco il blog chiamato Appunti di Zelda. Scrivo di ricette, libri e di viaggi con occhio principalmente legato ai piatti e tipici locali di ogni luogo che visito. Sono anche un'amante della birra e bevo troppi caffè e infusi, oltre a curiosare tra scatti e studiare diverse tipologie di cucine.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.