Crea sito

Fior di loto: tutto quello che c’è da sapere

Fior di loto

E’ uno di quei fiori così belli e mistici, parte fondamentale dell’induismo e buddismo. Conosciamo questo fiore per alcuni simboli legati ed è molto popolare nei tatuaggi e nei disegni.

Il fior di loto fa parte delle piante acquatiche (Nelumbo Adans) appartenenti alla famiglia delle Nelumbonaceae. Le foglie di queste piante sono idrorepellenti (l’acqua non le bagna ma scivola via) e autopulenti, tanto da aver ispirato il nome del cosiddetto “effetto loto”.

Si trovano solitamente in acqua stagnanti e tendono a crescere molto velocemente. Tra le specie più diffuse di Nelumbo si trova il fiore di loto sacro (Nelumbo nucifera) e quello americano (Nelumbo lutea). La prima è originaria dell’America centro-meridionale, mentre la seconda proviene da Asia e Australia.

Fior di loto: significato nel buddismo

Nella religione buddista e induista la bellezza di questo fiore è associata ai criteri di purezza e di rinascita spirituale. Secondo la tradizionale orientale, il fior di loto è una rappresentazione dei chakra ossia dei centri energetici localizzati sul nostro corpo.

Il significato attribuito al fiore, varia in base alla sua colorazione:

  • Blu: trionfo, saggezza, intelligenza e conoscenza;
  • Bianco: perfezione spirituale e purezza mentale;
  • Viola: misticismo e esoterismo;
  • Rosso: amore, compassione e al cuore;
  • Rosa: considerato il vero loto di Buddha.

Fior di loto coltivazione

Questa pianta può essere coltivata i giardino, in vasca oppure all’interno di un laghetto naturale o artificiale. Hanno bisogno di molte cure e almeno sei ore di esposizione diretta alla luce del sole ogni giorno. Inoltre, occorre garantire una temperatura ottimale compresa tra i 24°C e i 30°C.

Essendo una pianta che richiede specifici trattamenti, è una pianta piuttosto resistente. Riesce a sopravvivere anche a condizioni non del tutto ottimali.

Occorre sistemarla in un contenitore variabile in relazioni alle dimensioni di crescita previste con del terreno da campo.

Fiorisce di solito da giugno a settembre ed i fiori tendono ad aprirsi per tre giorni consecutivi.

Pubblicato da Appunti di Zelda

Hi! I'm Zelda! Classe 99' Scrivo di letteratura e cucina orientale. Consiglio tè, tisane e infusi.Perennemente persa tra le nuvole, sognatrice di un paese chiamato Giappone e tipica sushi lover!