Dove è andato Jack
Interviste

Blog tour: Dove è andato Jack – Intervista Autore Wilkin Cadete Sepulveda

Ben ritrovati lettori, in questo nuovo articolo partecipo al blog tour dedicato al primo romanzo di Wilkin Cadete SepulvedaDove è andato Jack, in uscita oggi 20 Agosto.

Dove è andato Jack

Dove è andato Jack
  • Titolo: Dove è andato Jack
  • Autore: Wilkin Cadete Sepulveda
  • Casa Editrice: Self-publishing
  • Genere: Romanzo Rosa
  • Pagine: 215
  • Link di acquisto: Qui

Segnati dalla perdita e dal dolore, Sarah e Jack si sono allontanati da un amore che avrebbe ancora molto da dirsi. 

Lei è un’organizzatrice di eventi molto stimata e conosciuta, mentre lui è un talentuoso fotografo sempre alla ricerca dell’autenticità nascosta nei momenti.

Quando Sarah perderà ogni traccia di quell’amore ormai spezzato, si lascerà alle spalle quella che era stata la sua vita fino al giorno in cui tutto è cambiato. Affronterà un’avventura che la metterà di fronte a quella parte di se stessa che ancora non conosce e sarà costretta a fare i conti con la persona che è diventata.

Esplorerà i suoi sentimenti da prospettive inaspettate, permettendo loro di attingere ad un fuoco del tutto nuovo. Ogni viaggio dona al viandante più di quanto non faccia la destinazione, ma quello che Sarah cercherà all’inizio del suo intenso percorso potrà trovarlo solo recandosi Dove è andato Jack.

Wilkin Cadete Sepulveda nasce a Santo Domingo (Repubblica Domenicana) il 1 Febbraio 1990. All’età di 5 anni si trasferisce in Italia e più precisamente a Verona, dove sarebbe cresciuto.

E’ il terzo dei quattro figli di una famiglia numerosa ed amorevole. La sua passione per la scrittura si palesa nei suoi primi anni delle scuole medie, dove partecipa a qualche concorso letterario e di poesie.

Il suo amore per le parole continua poi a crescere negli anni, rimanendo sempre una questione segreta fino ad oggi a componimento del suo primo romanzo.

Dove è andato Jack

Intervista Wilkin Cadete Sepulveda

Benvenuto Wilkin Cadete Sepulveda su Appunti di Zelda, presentati brevemente ai nostri lettori.

Quando è nata in te la passione per la scrittura?

La mia passione per la scrittura nasce alle scuole medie. Tra una lezione e l’altra mi divertivo a scrivere brevi poesie e piccoli racconti. A quei tempi ricordo che la mia maestra prendeva qualche mio scritto per farmi partecipare a dei concorsi letterari. In nessuna occasione riuscì però a vincere.

Quali sono gli ingredienti che servono in una storia?

A mio modesto parere una storia deve sempre suscitare curiosità. Creare suspanse, attesa e voglia di scoperta.

Quelle sensazioni porteranno il lettore a continuare la lettura che poi però non dovrà basarsi solo su quello. Una grande storia deve saper anche emozionare, coinvolgere e sorprendere.

Hai mai pensato di proporre un genere insolito dal tuo?

Come per la musica, per i film e per le serie tv io non ho mai avuto un genere prestabilito. Sono dell’opinione che ogni genere possa raccontare storie interessanti, bisogna solo trovare il giusto modo di farlo.

Ora parliamo del tuo ultimo romanzo. Come nasce l’idea di Dove è andato jack?

Ho sempre voluto raccontare l’esperienza di un viaggio. È una tematica che mi è sempre stata a cuore.

Viaggiare libera la mente e arricchisce il cuore. Dove è andato Jack parla di una storia d’amore che però si sviluppa attraverso l’avventura pellegrina dei protagonisti.

Con il mio racconto ho voluto narrare il viaggio di una persona vissuto e scoperto attraverso gli occhi e le esperienze di un altra.

Su cosa ricade la scelta di scrivere un romanzo rosa?

Sul semplice fatto che questa storia andava scritta in questo modo. L’avventura dei due protagonisti ha sempre avuto, nel mio immaginario, tinte rosa.

Mentre ne scrivo le pagine sono state toccate sfumature anche di altri colori, ma lo sfondo era sempre l’amore a colorarlo.

Come nascono i personaggi principali di questa storia?

Nascono un pò dalle mie esperienze passate e un pò dal desiderio di dare vita a delle personalità che stimo molto.

Sarah e Jack hanno tanto di mio e di quello che è stata la mia vita fino ad oggi, ma hanno tanto anche di quello che in alcune occasioni non sono riuscito ad essere e che magari avrei voluto.

Definisci in tre aggettivi “Dove è andato jack”:

Misterioso, profondo, coinvolgente.

La tua citazione preferita di “Dove è andato jack”:

“Per questo amo le polaroid, per ricordare alle persone cosa sono stati nel momento in cui non sapevano di esserlo.”

Quali sono i tuoi prossimi progetti per il futuro, se puoi rivelarci qualcosa!

Ho altri 3 progetti in testa e uno è strettamente legato al destino di questo romanzo.

Gli altri sono indipendenti e toccano anche altri generi. Vedremo! Quello che posso dire è che ora che ho iniziato, non voglio più fermarmi!

Sono Zeldaゼルダ,classe 1999, studentessa di Lingue e Culture Moderne. Amante di fumetti, manga, graphic novel. Gioco ad un po' di tutto, ma tendo a prediligere titoli retro e horror, psicologici e indie. I due titoli del cuore sono The Legend of Zelda e FFVII. Dal 2016 mi occupo di Appunti di Zelda uno spazio nerd dal punto di vista di una ragazza.