Dove mangiare

Como: Dove mangiare e cosa mangiare sul Lago di Como

Una nuova guida dedicata a Dove mangiare e cosa mangiare arriva sul blog. Questa volta la guida è dedicata a Como. Dedicategli un fine settimana perché è una piccola città davvero bella e offre tantissimo e il periodo migliore secondo me da visitarla è in primavera, ma nel frattempo pronti per scoprire di cosa si tratta?

Como: Dove mangiare e cosa mangiare sul Lago di Como

Cosa si mangia di tipico a como?

Dedichiamoci inizialmente ai prodotti locali che si possono trovare in questa zona, cominciamo dai formaggi: la semuda, formaggio che si trova nella zona tra Dongo e Gravedona, prodotto da latte vaccino scremato manualmente, il Magro di Bellagio, la robiola, lo zincarlin, ricotta aromatizzata che può stagionare anche più di un anno e che viene ricoperta di pepe nero, Lariano di capra, Lariano d’Alpeggio, la Ricotta del Lario, casoretta, formaggio grasso di latte vaccino. Nell zona del lecchese del lago di Como, troviamo la Valsassina, qui troviamo il taleggio Dop e il gorgonzola DOP, il Fiorone della Valsassina, insieme a svariati stracchini freschi e stagionati.

Quale pesce assaggiare nella cucina comasca?

Per la sezione del pesce troviamo i misultitt (gli agoni pescati, essiccati al sole e pressati con il sale nelle cosiddette missolte di legno), le alborelle, il lavarello, il pesce persico (spesso servito con il risotto), la trota salmonata, il luccio e il cavedano.

Tra i salumi che si possono trovare abbiamo luganega (salsiccia) e i verzini (salamella), salame di testa, mortadella di fegato oppure nella versione al vin brûlé.

Quali polente assaggiare? Qui trovi la polenta gialla (mischiata con il grano saraceno), polenta e uova, con patate, con misultitt tipico dei pescatori, la balota e infine quella con le zucchine.

Tra i dolci tipici del territorio comasco puoi assaggiare: i nocciolini di Canzo,(biscotti friabili), il masigott, dolce con farcitura; il pan meìno, la cutizza, i tortelli di San Giuseppe. il paradello con le mele, la miascia (o torta di pane), il Braschin (o Braschino, una focaccia dolce), il Pan de Mej, la Resta (dolce che somiglia al panettone con una forma e bastoncino d’ulivo infilato al centro), il Pan Mataloc (pane dolce).

Quali vini e birre comasche acquistare?

Per la sezione dei vini e birre troviamo: Vino IGP Terre Lariane: Domasino, Verdese bianco, Chardonnay Pinot; IGT “Terre Lariane bianco, rosso e rosaro”. Provate la birra comasca nella versione versione di castagna, le materie prime sono acqua del lago di Como e farina di castagne con miele di castagno ed acacia.

Cosa acquistare come souvenir a como?

L’olio extravergine Dop Laghi Lombardi-Lario, miele (acacia, tiglio e castagno, un articolo di seta, la città vanta del titolo “capitale mondiale della seta”, passate anche dal Museo della Seta, oggettistica in legno come piatti, ciotole, taglieri o vassoio, meglio ancora d’olivo e infine un articolo a scelta in pizzo.

Scopri anche le botteghe storiche come Pasticceria Monti, Pastificio Braglia, Ul pan de com e Berett

Dove mangiare bene spendendo poco in città?

Como: Dove mangiare e cosa mangiare sul Lago di Como
Panino Buono

Qualcosina di veloce e semplice:

  • Tigella Bella
  • L’Ora della pasta
  • Toast & Roll
  • Panino Buono

Per provare la cucina local:

  • Pronobis
  • Ristorante Cervo

Trattorie dove provare la polenta e missoltini e vi segnalo Il Festival del Misultin e del Pess de Lac, una vera chicca per gli amanti di questa tipologia di pesce e per chi ama le rassegne gastronomiche annuali locali.

  • Trattoria del Porto
  • Trattoria del Vapore
  • La Locanda dell’Oca Bianca

Bonus cosa vedere in città?

  • Piazza Alessandro Volta
  • Passeggiata Lungolario Trento
  • The Life Eletric
  • Tempio Voltiano
  • Monumento ai caduti
  • Piazza Cavour
  • Duomo e Broletto
  • Porta Torre e mura medievali
  • Vicoli e strade medievali

Scopri la rubrica Dove mangiare:

Avete mai provato la cucina comasca? Fatemelo sapere nei commenti e non perdere gli aggiornamenti anche su Instagram

Heinz Beck diceva che la cucina non è mangiare. È molto, molto di più. Cucina è poesia. Per me la cucina è ben oltre le apparenze, è un gesto d'amore e così nascono le mie ricette insieme a tutte le foto correlate.Zelda's Kitchen è il blog di cucina attraverso libri, ricette e viaggi dal 2013.

14 Comments

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.