Crea sito

Cherry Blossom: Come riconoscerli?

Siamo agli inizi del periodo dell’Hanami, il periodo dello sboccio dei fiori dei ciliegi e uno degli eventi più attesi al mondo ogni anno. I giapponesi sono soliti seguire i vari bollettini del “Sakura Zensen”, ossia la fioritura da sud a nord dei ciliegi nelle varie prefetture o città.

Si contano al mondo più di 600 varietà di ciliegio e solo in Giappone se ne contano un circa un centinaio, vediamo le principali specie conosciute:

Somei Yoshino

Fiorisce tra la fine di Marzo e gli inizi di Aprile. E’ la specie più diffusa e d’eccellenza dei sakura. Le prime specie si diffusero durante il periodo Edo a Tokyo, i petali sono 5 e di un rosa crema pallido. I fiori sono raccolti in gruppi di 10-15 alla volta. Si possono trovare nei parchi o lungo i canali che si chiamano “Sakurabashi” (ponte di petali)

Yamazakura 

Anche questa tipologia si può trovare a fine marzo è un tipo di ciliegio selvatico,
rispetto al Somei Yoshino che invece viene coltivato.
I petali sono 5, di un rosa pallido e relativamente piccoli. Le foglie appaiono insieme ai fiori, dando un aspetto meno omogeneo. Questa specie la si può trovare nelle campagne o montagne come sulle pendici dei monti ad Arashiyama (Kyoto).

Shidarezakura

Fiorisce fine marzo/inizio aprile. Somigliano molto a dei salici piangenti rosa. Esistono due tipologie: a 5 petali oppure con più petali – Yaeshidarezakura- fioriscono una settimana dopo. Il ciliegio più famoso è il Miharu Takizakura a Fukushima. Esso ha più di mille anni e fa parte dei cinque grandi ciliegi giapponesi.

I ciliegi che fioriscono prima

Kawazuzakura 

E’ una delle varietà che sboccia nel mese di febbraio. Spesso si trovare in alcuni parchi cittadine o giardini privati.

Kanhizakura

Originaria dell’omonima cittadina di Kawazu nella penisola di Izu, il Kawazuzakura è una delle varietà più precoci di ciliegio. Si trova solo nella zona di Kawazu dove viene organizzato un matsuri tra metà febbraio e inizio di Marzo per celebrare la sua fioritura.

Ichiyou 

I suoi fiori sono conosciuti per la sua forma a campanella e sono di un rosa scuro. La pianta è originaria di Taiwan e Okinawa, fioriscono a gennaio e febbraio per via del clima tropicale.

I ciliegi che fioriscono più tardi

Ichiyou 

Gli Ichiyou hanno circa 20 petali rosa chiaro per bocciolo e al centro ci sono delle foglioline verde chiaro. 
L’Ichiyou è la più diffusa delle specie di ciliegio tardivo diffuse nei parchi e lungo le strade delle città giapponesi.

Ukon

Fiorisce a metà marzo e ha dei fiori color giallo crema, con circa una ventina di petali a bocciolo. Il colore di questa specie significa “curcuma”, come la spezia che si usa per il curry.

Kanzan

La Kanzan è una delle varianti di ciliegio yaezakura, a più di 5 petali. Si trovano in Italia, lungo i viali alberati. Un singolo fiore porta da 30 a 50 petali rosa chiaro intenso.

Fugenzo

La specie Fugenzo è una yaezakura con circa 30-40 petali per fiore. Il suo colore è di un rosa pallido e con i giorni i suoi fiori diventano di un rosa tendente al bianco. L’origine del nome richiama la figura del buddha a cavallo di un elefante, come nei dipinti tradizionali indiani.

Shogetsu

I fiori della varietà Shogetsu sono famosi per la grandezza dei petali rispetto agli altri ciliegi, con circa 20-30 petali di un bianco puro.

Kikuzakura (Ciliegio crisantemo)

Questa specie assomiglia molto al crisantemo con i suoi oltre 100 petali per bocciolo.

Jugatsuzakura

E’ un ciliegio che fiorisce nella zona di Tokyo tra ottobre e l’inizio della primavera. Infatti il suo significato letteralmente significa “Ciliegio di ottobre”

Pubblicato da Appunti di Zelda

Hi! I'm Zelda! Classe 99' Scrivo di letteratura e cucina orientale. Consiglio tè, tisane e infusi.Perennemente persa tra le nuvole, sognatrice di un paese chiamato Giappone e tipica sushi lover!