Lifestyle

Chan no yu, la cerimonia del tè e le sue origini

This page is also available in English

Il Cha no yu , letteralmente  deriva dalla frase “acqua calda per il tè” (茶の湯), conosciuto in Occidente come Cerimonia del tè, è un rito sociale e spirituale praticato in Giappone.

Murata Jukō, vissuto tra il 1423 e il 1502, è considerato il vero fondatore della cerimonia del tè giapponese, creò l’origine dello stile wabi-cha trasformando il rito cinese , in una cerimonia giapponese autonoma.

Sen no Rikyū stabilì quattro principi costitutivi della cerimonia del tè, che sono: armonia, rispetto, purezza e tranquillità.

Questi principi non riguardano soltanto il rapporto tra i partecipanti alla cerimonia, e in particolare tra ospite e invitato, ma anche gli oggetti utilizzati e la scelta del cibo che viene consumato prima del tè.

Risultati immagini per matcha

La cerimonia del tè si divide in tre momenti distinti come
Kaiseki un pasto leggero consumato prima del tè; Koicha il tè denso;Usucha il tè leggero.

“quando si preparano le foglie di tè, sono necessarie un’affinità particolare con l’acqua e il calore, una tradizione di ricordi da evocare, un modo tutto personale di offrire una storia.” (Okakura)

La stanza, detta chashitsu (茶室), può essere anche di pochi tatami, le finestre sono schermate e la luce filtra sommessa conferendo un alone di particolare fascino a ogni elemento.Il maestro è inginocchiato e durante la preparazione, l’ospite viene lasciato nel tokonoma,  composizione floreale e un rotolo (una calligrafia, un dipinto, un haiku) appeso alla parete.

Durante la cerimonia del tè viene offerto il matcha, tè verde denso, molto amaro e verde smeraldo; prima di porgere il tè viene offerto un dolcetto ( tipo il mochi ) da sciogliere in bocca che attenua il gusto amaro proprio del matcha.

La tazza nella quale viene servito il tè viene ruotata lentamente nel palmo della mano di 45° per tre volte prima di bere, questo per in modo che la tazza sia di fronte al viso di chi lo sta preparando e la decorazione principale esterna sia di fronte all’ospite.Gli utensili utilizzati per la cerimonia del tè sono:

  • Chasen, frullino di bambù lavorato a mano.
  • Chawan, tazza molto ampia per preparare l’infusione del matcha.
  • Chashaku, cucchiaino di bambù per mettere il matcha nella tazza.

Se l’arte della cerimonia del tè vi è piaciuto, non potete perdervi il consiglio di lettura ovvero Madame Butterfly. L’utilizzo del matcha da parte delle Geishe  infine se amate soprattutto arte e tradizione non potete non amare Miyajima, una piccola isola sacra al largo della baia di Hiroshima

Ti è piaciuto il post? Condividilo nei tuoi social!

Segui su altri social come Instagram e iscriviti sul gruppo! Ti aspetto.

Heinz Beck diceva che la cucina non è mangiare. È molto, molto di più. Cucina è poesia. Per me la cucina è ben oltre le apparenze, è un gesto d'amore e così nascono le mie ricette insieme a tutte le foto correlate.Zelda's Kitchen è il blog di cucina attraverso libri, ricette e viaggi dal 2013.