il mondo di akibara

Carpa Koi – Origini e significato

Il termine giapponese Koi significa semplicemente carpa. La carpa Koi (鲤) più specificamente nishikigoi (锦鲤, pron. Niscichigoi, Letteralmente “carpa broccata”) o carpa giapponese, raggruppa tutte le diverse varietà ornamentali della carpa comune. Le carpe sono simbolo di affetto e di amicizia. Le Koi e i tatuaggi di carpe Koi sono per tradizione considerati dei portafortuna.

Carpa Koi

Le Koi sono state sviluppate dalla carpa comune nell’antica Cina durante la Dinastia Jin. La carpa comune è stata introdotta in Giappone attraverso la Cina nel XV secolo. Proprio in Giappone iniziò la produzione di carpe con colorazioni differenti. La carpa è anche simbolo di coraggio: se catturata, affronta la lama del coltello senza ombra di paura, così come un samurai affronta la lama nemica.

Carpa Koi

In Giappone si dice che, a differenza degli altri pesci che tentano di fuggire, quando si trova sul tagliere la carpa non trema e rimane immobile. La leggenda narra che la carpa sia un pesce sacro, che con estrema forza risalga le cascate fino a raggiungere la fantomatica “Porta del Drago“, attraversata la quale diventerà dragone e riuscirà ad ottenere l’immortalità.

La carpa Koi ha caratteristiche fortemente mistico-religiose, non a caso le carpe sono sempre presenti nei laghetti dei templi giapponesi, in vari colori e in varie grandezze, per ricordare a tutti che l’immortalità alberga in quel luogo. Ecco, in breve, la leggenda della carpa: “una carpa coraggiosa e perseverante riuscì a risalire la cascata situata sulla porta del Drago, lungo il Fiume Giallo, superando ostacoli e spiriti malvagi. Gli dèi, impressionati da tanto coraggio, la trasformarono in un grande drago.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.