9 giorni
Libri e Fumetti

9 giorni – Recensione

Buon fine settimana, nel post precedente abbiamo parlato di dell’ultimo libro uscito il 3 giugno di L’ultima Storia di John Grisham dito dalla Casa Editrice  Newton Compton. Ho colto l’occasione di leggere nuovamente 9 giorni di Gilly Macmillan.

9 giorni

  • Titolo: 9 giorni
  • Autore: Gilly Macmillan
  • Editore: Newton Compton
  • Pagine: 416
  • Prezzo cartaceo: 12.00€
  • Link di acquisto: Qui
9 giorni

Trama: Rachel Jenner è sconvolta e in preda al panico: suo figlio Ben, di soli otto anni, è scomparso, e lei non sa come affrontare questa tragedia. Inoltre, a peggiorare la situazione, ci sono gli obiettivi della stampa e le telecamere delle TV che seguono lo sviluppo del caso e le stanno con il fiato sul collo. È vero, ha commesso una leggerezza: ha perso per un attimo di vista Ben e lui è sparito e ora tutto il Paese pensa che lei sia una madre sprovveduta e vada condannata.

Ma cosa è successo veramente in quel tragico pomeriggio? Stretta fra il dramma di aver perso il figlio, le sempre più serrate indagini della polizia e la pubblica gogna dei media, Rachel deve affrontare un’altra agghiacciante realtà: tutto quello che sa di sé e dei suoi cari si rivela una gigantesca bugia. E non c’è più nessuno, nemmeno nella sua famiglia, di cui la donna possa fidarsi. Il tempo stringe e forse il piccolo Ben potrebbe essere ancora salvato, ma l’opinione pubblica ha già deciso. E tu, da che parte starai?

Recensione 9 giorni

I Crimini contro i minori, soprattutto nei casi di rapimento o omicidio, continuano a essere problematici sia come fenomeno sociale, sia sotto profilo giuridico. Questi casi spesso ricevono moltissima attenzione da parte dei media, della comunità e dei tutori della legge e in poco tempo possono arrivare a rappresentare una sfida troppo grande per le risorse della polizia locale

Rachel è una giovane madre single, ancora sofferente per la separazione dal marito John, che si è subito risposato. Durante una passeggiata nel bosco con suo figlio di otto anni Benedict, detto Ben, ed il loro cane, all’improvviso il bambino scompare senza lasciare traccia. A nulla portano le prime ricerche sul posto. Interviene allora la polizia.

Le prime ore e giorni di ricerca non portano a nessun risultato, la paura e la disperazione crescono sempre di più, nel frattempo Rachel si ritrova anche ad affrontare le critiche dei media e dei social network, dove viene criticata e accusata di negligenza per aver permesso a un bambino di otto anni di raggiungere da solo le altalene senza la supervisione di un adulto.

Oltre l’interventi della polizia, subentrano le indagini del detective James Clamo, affiancato a quelle deòòa detective Emma, portano a galla delle verità inaspettate che portano la donna a dubitare e sospettare di chiunque compreso amici e familiari.

Le cose non hanno sempre senso, soprattutto quando si deve sopportare una pressione così forte. Nel nostro lavoro vediamo accadere cose incredibili

Le piste portano a diversi soggetti che avrebbero dei possibili motivi per essere responsabili della sparizione del bambino, ma, nonostante ciò, il Ben non si trova.

La narrazione si alterna attraverso Rachel e del detective. Conosciamo i punti di vista di entrambi con il senso di colpa e di tormento – lei per aver perso di vista il figlio e lui per non riuscir a trovare il bambino –.

Il lettore viene coinvolto all’interno della storia e avrà modo di percepire il dolore, la disperazione e la paura di una madre che ha perso il suo dolce figlio, i colpi di scena e la suspence non manca.

La narrazione, veritiera e spesso angosciante, è affidata alternativamente ora alla madre, ora al detective.

Un thriller altamente consigliato, fluido e di facile lettura. Una storia che ti tiene col fiato sospeso, vera e con un finale inaspettato e allo stesso tempo avvincente.

Chi ha rapito Ben? Quanto possano essere affidabili i familiari? Cosa nascondono? Rachel avrà pure sbagliato a non controllare suo figlio ma perché separare una madre dal proprio figlio?

Cosa ne pensate voi? Avete letto questo libro?


Non perderti gli altri articoli usciti questa settimana sul blog:


Iscriviti per non perdere la newsletter settimanale.

Sono Zeldaゼルダ,classe 1999, studentessa di Lingue e Culture Moderne. Amante di fumetti, manga, graphic novel. Gioco ad un po' di tutto, ma tendo a prediligere titoli retro e horror, psicologici e indie. I due titoli del cuore sono The Legend of Zelda e FFVII. Dal 2016 mi occupo di Appunti di Zelda uno spazio nerd dal punto di vista di una ragazza.